Microbioma.it
271 subscribers
423 links
Microbioma.it fornisce un aggiornamento scientifico qualificato alla classe medica e a chiunque voglia conoscere più da vicino i risultati della ricerca scientifica su microbiota e probiotici.
Download Telegram
Determinati ceppi batterici commensali che producono specifici enzimi coinvolti nella biosintesi di acidi biliari sono presenti in abbondanza nel microbiota dei centenari. Questo potrebbe spiegare la loro maggiore resistenza alle infezioni. Ecco i risultati emersi da un recente studio pubblicato su Nature.

https://microbioma.it/gastroenterologia/nel-microbioma-dei-centenari-il-segreto-della-longevita/?utm_source=telegram
SARS-CoV-2: una volta che il virus entra nell’ospite si attiva il processo di infezione mediato dall’interazione tra le proteine di membrana “spike” con i recettori ACE2 presenti nell’apparato respiratorio superiore ma anche, e soprattutto, a livello intestinale, nel fegato e nel pancreas. La presenza del recettore ACE2 e anche dello stesso virus nella mucosa dell’intestino è stata rilevata precocemente in pazienti con Covid-19 attraverso endoscopie, biopsie ed esperimenti ex-vivo. L’ulteriore conferma la si è avuta con l’identificazione del virus nelle feci.

In questo webinar report, realizzato in collaborazione con Yakult e riservato ai professionisti della sanità iscritti al nostro portale, approfondiamo il rapporto tra intestino e SARS-CoV-2.

Accedi per effettuare il download 👇

https://microbioma.it/area-riservata/covid-19-e-intestino-cosa-dicono-le-evidenze-scientifiche/?utm_source=telegram
Il trapianto di microbiota fecale e la terapia antibatterica sembrerebbero in grado di modulare l’infezione della malaria influenzando la risposta immunitaria mediata da linfociti B. Ecco i risultati emersi da un recente studio pubblicato su Cell Reports.

https://microbioma.it/immunologia/malaria-risposta-immunitaria-dipende-dal-microbiota-intestinale/?utm_source=telegram
Negli ultimi anni il microbiota è stato al centro di numerose ricerche e dibattiti scientifici: i microrganismi intestinali sono davvero driver di cambiamenti sostanziali nel nostro organismo? Qual è la relazione con lo sviluppo di sovrappeso e obesità? E quali sono i meccanismi? In questo nuovo podcast a cura di Francesca Borgo cerchiamo di fare il punto della situazione partendo dalla curiosa storia di un uccello migratore: il beccafico.

https://microbioma.it/podcast/dimagrire-con-il-microbiota-e-possibile-ce-lo-insegna-il-beccafico/?utm_source=telegram
Negli ultimi anni è stato evidenziato come una serie di disturbi, ad esempio ansia e depressione, sono causati dall’alterazione del rapporto fra il cervello, il “cervello intestinale” e l’intestino in generale. Questa interazione è inoltre fortemente condizionata dalla funzionalità del microbiota intestinale. Ce ne parla Fabio Pace, Direttore UOC Gastroenterologia (Seriate, BG).

https://microbioma.it/video/fabio-pace-asse-intestino-cervello-nuova-frontiera-in-gastroenterologia/?utm_source=telegram
Specifici alterazioni nella composizione del microbiota intestinale possono essere all’origine di diversi disturbi del sonno. La qualità del sonno potrebbe, quindi, essere migliorata attraverso la modulazione del microbiota.

https://microbioma.it/neuroscienze/insonnia-qual-e-il-ruolo-del-microbiota-intestinale/?utm_source=telegram
Uno studio in vitro italiano, condotto dall’Università di Padova e di recente pubblicato su Gut Microbes ha evidenziato come il probiotico Lacticaseibacillus paracasei DG, in particolare se in associazione con la lattoferrina, mostra un ruolo preventivo nei confronti dell’infezione da SARS-CoV-2.

https://microbioma.it/immunologia/covid-19-lacticaseibacillus-paracasei-dg-induce-risposta-immunitaria-antivirale/?utm_source=telegram
Microbioma intenstinale e muscoli: uno studio effettuato su animali e pubblicato su Science rivela il ruolo del microbiota intestinale nel mantenimento della massa muscolare. I risultati aprono la strada allo sviluppo di terapie basate sul microbiota in grado di mitigare la perdita di massa muscolare e l’esaurimento dei nutrienti.

https://microbioma.it/ricerca/scoperti-microbi-intestinali-che-prevengono-la-perdita-di-massa-muscolare/?utm_source=telegram
Infezioni e lesioni polmonari a seguito di trapianto del midollo osseo nei bambini: una nuova ricerca pubblicata su Science Translational Medicine rivela che i cambiamenti microbici e di espressione genica osservati nei bambini potrebbero aiutare i medici a prevedere e prevenire esiti non ottimali del trapianto.

https://microbioma.it/oncologia/il-microbiota-polmonare-puo-influenzare-esito-del-trapianto-di-midollo-osseo/?utm_source=telegram