Ing. Giampaolo Beretta
78 members
52 photos
2 videos
3 files
51 links
Il canale dove ti parlo della mia attività e condivido informazioni. Rimani collegato!
Download Telegram
to view and join the conversation
I GCP sono anche un buon punto di decollo, ma presta attenzione a fissarli a terra per bene altrimenti il flusso d'aria generato dalle eliche li solleverà e potrebbe darti dei bei problemi.
Un'altra cosa a cui presto attenzione è di mettere lo zaino ad almeno 5 m di distanza dalla Home. Quando fai il RTH, il punto di atterraggio potrebbe non coincidere con la Home registrata a causa dell'imprecisione del GNSS. Il Phantom si aiuta con il Visual Positioning System, tuttavia fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio. In caso di RTH per emergenza non è il caso di mettersi a spostare oggetti per favorire l'atterraggio; bisogna concentrarsi sull'atterraggio. Inoltre, se lavori in campagna per molto tempo, magari nelle mezze stagioni, non lasciare lo zaino aperto. Chiudi tutte le zip per evitare di portarti a casa qualche ospite indesiderato in cerca di tepore.
Ed adesso vi svelo la mia fissa. Deriva da quando utilizzavo le batterie LiPo"normali", quelle senza elettronica, con i cavettoni ed il bilanciatore. Le ho sempre caricate dentro un contenitore ignifugo. Anche con quelle del Phantom faccio la stessa cosa, anche se sono "intelligenti".
Che volete farci...
Ciao! In un rilievo fotogrammetrico, ai fini di una maggior accuratezza, è meglio avere un'alta sovrapposizione delle immagini in senso longitudinale o in senso laterale? Dimmi come la pensi tu. Ti ringrazio.
Final Results
65%
Longitudinale
35%
Laterale
Ciao! A breve farò un video nel quale vi mostrerò i risultati di una prova che ho eseguito su un rilievo fotogrammetrico per valutare l'influenza della percentuale di sovrapposizione longitudinale e trasversale degli scatti fotografici. Intanto ditemi come la pensate attraverso il sondaggio che ho postato un paio di giorni fa. Ciao.
Prime analisi. Ma non vi dico ancora a cosa corrispondono le curve...
Ciao, qui sotto ti metto il risultato del sondaggio che ho postato un paio di giorni fa. La risposta più gettonata è stata che, ai fini di una maggior accuratezza di un rilievo fotogrammetrico, è preferibile avere una maggior soovrapposizione longitudinale tra gli scatti fotografici piuttosto che trasversale. Ho fatto un rilievo aerofotogrammetrico nel quale ho cambiato le percentuali di sovrapposizione nei due sensi e poi ho analizzato i risultati. Ho confrontato le coordinate dei GCP rilevate con lo strumento GNSS con quelle dedotte dalle nuvole di punti. Le nuvole sono state ottenute, in prima battuta, senza ottimizzare l'allineamento tramite i markers, quindi senza effettuare l'orientamento esterno assoluto e senza correggere gli errori del secondo ordine. Quello che volevo valutare erano proprio gli errori dopo le fasi di orientamento interno ed esterno relativo. La georeferenziazione e scalatura delle nuvole le ho eseguite con Cloud Compare. Solo alla fine ho analizzato i risultati di una nuvola nella quale ho corretto anche le deformazioni del secondo ordine con i markers. Ebbene, i risultati che ho ottenuto sono in contro tendenza rispetto a quanto emerso dal sondaggio. E' meglio fare qualche strisciata in più per avere una buona sovrapposizione trasversale piuttosto che scattare foto ad intervalli minori. E' solo una mia prova, non è legge. Facendo altre prove magari si otterrebbero risultati differenti. Ieri ho pubblicato un video dove presento la prova eseguita ed i risultati. A breve farò anche un articolo di presentazione, ma a voi che siete isccritti al canale anticipo i risultati con il video. Intanto vi ringrazio delle risposte al sondaggio. Ciao!
Nell'articolo metterò anche i riferimenti per il download del foglio Excel che ho utilizzato per l'analisi dei dati.