Crescita Spirituale
196 subscribers
278 photos
12 files
236 links
Download Telegram
to view and join the conversation
La lamentela ti rende schiavo di ciò di cui ti stai lamentando.

Solo chi non è in grado di controllare il suo destino spreca tempo nel lamentarsi.

Chi è divenuto condottiero della propria vita non si lamenta ma agisce per modificare ciò che non gli piace.

Salvatore Brizzi
Una giovane coppia si trasferisce in un nuovo quartiere. La mattina dopo, mentre fanno colazione davanti alla finestra, la giovane vede la vicina di casa stendere i panni fuori. "Questo bucato non è molto pulito, ha detto, "non sa come lavarlo correttamente. Forse ha bisogno di un bucato migliore".
Suo marito sembrava silenzioso. Ogni volta che la sua vicina stendeva i vestiti ad asciugare, la giovane donna faceva lo stesso commento.

Un mese dopo, la donna fu sorpresa di vedere dei panni puliti sullo stendibiancheria e lo disse a suo marito. "Guarda, ha finalmente trovato un modo per lavare bene i suoi vestiti. Chissà chi glielo ha insegnato?".
Il marito ha risposto: "Mi sono alzato presto questa mattina e ho pulito le nostre finestre".

Quello che vediamo quando guardiamo gli altri dipende dalla chiarezza della finestra che stiamo guardando. Quindi non essere troppo veloce nel giudicare gli altri, specialmente se la tua visione della vita è offuscata da rabbia, gelosia, negatività o desideri insoddisfatti. Giudicare una persona non definisce chi è. Definisce chi sei.

Paulo Coelho. "Lavanderia pulita."
🔎 https://amzn.to/35jplNF
Intorno alla terra c'è un campo di coscienza, comprensivo del sapere e conoscenza di tutti gli esseri umani. Molte delle cose che sappiamo, non le inventiamo di sana pianta, ma le "prendiamo" da questo campo di coscienza.

L'esempio più semplice è la ricerca di Rupert Sheldrake (il fenomeno della centesima scimmia). Egli osservò che quando un gruppo di scimmie su una certa isola scoprì che potevano lavare i tuberi e poi mangiarli (anzichè manguarli con la terra), un gruppo di scimmie dall'altra parte del pianeta cominciò contemporaneamente a fare la stessa cosa.

Il primo gruppo di scimmie aveva messo la sua esperienza nel campo olografico e così le altre scimmie hanno semplicemente preso questa informazione da quel campo.
Anche se attorno a voi sembra che tutto crolli non vi dovete preoccupare, quello che conta è che mai come in questi ultimi due anni tante persone si sono aperte al risveglio spirituale dell'anima.
Da marzo l'energia è completamente cambiata, vi è stata una scelta, ossia una parte dell'umanità ha scelto di riaddormentarsi e di farsi guidare dai proprio governanti e cioè dall'ombra, ma un'altra parte molto consistente rispetto al passato ha scelto la via della Luce.
Se state leggendo fate sicuramente parte della seconda e a voi ci rivolgiamo: proseguite come state facendo, abbiate fede e fiducia, ci sono molti canali che vi possono guidare, si paleseranno a voi man mano che lo chiederete.
Tutto diverrà più chiaro e anche quello che i più non vedranno voi lo vedrete chiaramente, questo si chiama RISVEGLIO.
In questa incarnazione molte anime anime stanno risvegliando il proprio seme di consapevolezza e sapranno anche vivere in mezzo al caos senza farsi travolgere.
Sappiate seguire le anime che risuonano con voi e non entrate nemmeno in contatto con chi non sentite puro, ora più che mai i falsi messaggeri si paleseranno davanti ai vostri occhi.
In questi anni abbiamo preparato molte canalizzazioni e scritto sei libri in modo tale che possano fornirvi una sorta di corda a cui aggrapparvi per mantere accesa la Luce dentro ai vostri cuori.
Sappiate scegliere nel silenzio i libri che saranno più che mai i vostri insegnanti, chiamate a voi quelli che vi possono aiutare e le sincoronicità ve li porteranno.
Il silenzio e il raccoglimento sono fondamentali e mentre in questa estate le anime giovani penseranno solo a divertirsi voi dovrete lavorare molto su di voi preparandovi, purificandovi e caricandovi per l'autunno che sarà molto intenso sul piano umano.
In questa estate riposate, fate scorta di energia ma soprattutto studiate più che potete e arriverete preparati al grande passaggio che avverrà a settembre.
Allora vi renderete conto quanto sia importante essere risvegliati e sarete ripagati di tutte le fatiche.
Come la formica fate scorta e lasciate che le cicale si divertano, verrà anche il loro tempo.
Noi vi siamo sempre accanto,
i Deva canalizzati da Barbara Ziletti Rabat

I libri di Barbara:

IL VIAGGIO DEL GUERRIERO DEL RISVEGLIO
🔎 https://amzn.to/3vtjLCJ

LA MIA ANIMA UNO, DUE: MANUALE PER ANGELI UMANI
🔎 https://amzn.to/3iIsiz8

GUARIGIONE 7: letture per riequilibrare i nostri centri energetici
🔎 https://amzn.to/35xs1ai
COME LIBERARSI DALLA MANIPOLAZIONE

Questo è un libro che tratta del periodo storico che stiamo vivendo. Non mi limito a parlare di quanto accaduto fra il 2020 e il 2021 ma, più in generale, di quanto sta accadendo – e accadrà – negli ultimi complicati decenni di questo ciclo storico oramai alla fine.

Molti libri che sono usciti in questo periodo trattano – in maniera anche molto precisa – di quanto sta accadendo a livello mondiale dal punto di vista della manipolazione, tuttavia io metto l’accento sul lavoro interiore che è necessario compiere al fine di potersi liberare una volta per tutte da tale manipolazione. Uno schiavo, anche se scopre di essere manipolato e inizia a lottare contro il suo padrone... resta sempre uno schiavo, a meno che non decida di fare qualcosa per mutare la sua prospettiva interiore, psicologica e spirituale al contempo. Deve cioè lavorare all’interno di sé per liberarsi dalla PSICOLOGIA DELLA SCHIAVITÙ, un atteggiamento mentale al quale veniamo educati fin da bambini. Spiego tutto questo sia nel presente Come liberarsi dalla manipolazione che nel prossimo Manuale di insurrezione (che probabilmente uscirà prima della fine dell’anno).

Possedere un corpo da adulto e avere due lauree, non significa essere un’anima adulta. Se io appaio fisicamente come un cinquantenne, ma sono un’anima bambina, avrò bisogno di credere fermamente nelle parole di chi mi governa e nei loro organi di informazione. Indipendentemente dal mio livello culturale o dalla mia posizione sociale, sento di dover riporre nello Stato una totale fiducia, come fa un bambino con i suoi genitori. Non mi viene nemmeno il sospetto che un adulto possa mentirmi. Questo è il motivo per cui non potete andare da un’anima di questo livello e costringerla a pensare in maniera diversa (da "complottista"), perché sarebbe come andare da un bambino e costringerlo a crescere per forza! Significherebbe fargli violenza.

Lo Stato mi dice che devo iniettare dieci sostanze nel corpo di un neonato di tre mesi, per il suo bene... e io lo faccio. Punto. Il discorso finisce qui. Non c'è spazio per il dubbio o per la riflessione. Se una mamma riesce a fare questo a cuor leggero – quasi nessuna si informa attraverso la lettura di testi – è perché ha bisogno della figura genitoriale, ha bisogno di sicurezza, di un punto fermo... e noi non abbiamo alcun diritto di sottrarglielo.

Questo ragionamento serve a far scomparire il nostro giudizio nei confronti di chi obbedisce ciecamente allo Stato, poiché determinate forze manipolative giocano proprio sullo scontro tra fazioni, ossia sul fatto che chi non è completamente addormentato e ha capito che il sistema non è lì per aiutarlo (bensì per fotterlo) passa però buona parte del suo tempo a giudicare chi è addormentato... e quindi alla fine non si sveglia e non si scollega dal sistema nemmeno lui!

« LO SCAMBIO DI IDEE FRA CITTADINI DIVENTA SEMPRE PIÙ DEBOLE A CAUSA DELLA RIDUZIONE DELLO SCAMBIO ENERGETICO FRA LE AUREE ENERGETICHE DEGLI INDIVIDUI. Di norma, nessuno è in grado di percepire questo a livello cosciente, tuttavia, tenendo le persone distanti si rende più fragile l’intero tessuto sociale. La folla ha meno forza e diventa meno intelligente. La forza e l’intelligenza della folla dipendono dalla possibilità dei singoli elementi di creare una rete di collegamenti sul piano fisico/eterico.

Non avete idea di quanto sia importante la chiusura dei bar da questo punto di vista. Al bar le auree si mischiano e le idee si trasferiscono da una persona all’altra, anche solo perché state bevendo il caffè a dieci centimetri di distanza uno dall’altro. Io al bar lavoro, in quanto irradio ciò che sono verso chi mi circonda, anche se sto in silenzio.»

Salvatore Brizzi
Come liberarsi dalla manipolazione

🔎 Acquistalo su MACROLIBRARSI:
https://www.macrolibrarsi.it/libri/__come-liberarsi-dalla-manipolazione.php?pn=2707

🔎 Acquistalo su AMAZON:
https://amzn.to/2SGdNRM
10 MODI PER TRASMUTARE LE ENERGIE

1 - Impara a fare silenzio nei momenti di maggiore turbolenza.
2 - Evita di giudicare gli altri, non conosci il loro percorso.
3 - Focalizza la tua attenzione sulle cose che ti piacciono di più.
4 - Stai fermo, è vano e controproducente combattere le cattive vibrazioni ed energie.
5 - Abbi speranza, quello che sembra negativo è solo un pensiero discordante. Puoi cambiarlo!
6 - Perdona, rilascia e lascia andare.
7 - Parla il più possibile in modo positivo.
8 - Medita (o almeno rilassati senza pensare troppo) almeno due volte al giorno.
9 - Visualizza situazioni piacevoli per te e per tutti i tuoi cari.
10 - Dai AMORE qualunque cosa tu riceva.

Perdonati, non importa quale sia stato il torto; perdona gli altri.
Perché tu meriti la pace.
Il buono, ricorda, è lì per te

Dal web
VIVIAMO COSTANTEMENTE IN UNO STATO IPNOTICO. COME POSSIAMO USCIRNE PER DIVENTARE PADRONI DEL NOSTRO DESTINO?

Nello stato ipnotico in cui ci troviamo non agiamo, bensì ci limitiamo a re-agire agli stimoli esterni, esattamente come «macchine biologiche» fabbricate per sopravvivere. La nostra personalità infatti non è altro che una macchina biologica il cui compito è re-agire con la massima efficacia di cui è capace alle situazioni quotidiane. Finché dormiamo restiamo ‘macchine per la sopravvivenza’.

Se qualcuno ci insulta, noi nel rispondere non agiamo in maniera consapevole, ma re-agiamo come farebbe una qualsiasi macchina che è stata programmata per farlo. Nei rapporti con il partner, sul lavoro, mentre guidiamo, davanti alla televisione... non siamo in grado di agire attivamente – con coscienza – ma reagiamo passivamente a tutti gli impulsi esterni secondo quelle che sono le nostre caratteristiche psicofisiche, cioè i programmi di reazione che si trovano registrati nel subconscio di ciascuno.
Durante un colloquio di lavoro siamo nervosi: lo abbiamo voluto noi o stiamo subendo l’azione di un meccanismo che si trova preregistrato nel nostro apparato psicofisico?
Mentre guidiamo la nostra auto qualcuno ci taglia la strada in maniera brusca e ci irritiamo: lo abbiamo voluto noi o stiamo subendo l’azione di un meccanismo che si trova preregistrato nel nostro apparato psicofisico?

I nostri consueti modi di pensare e i nostri abituali atteggiamenti emotivi sono così radicati in noi da rispondere al posto nostro. Di fronte agli eventi della vita la nostra autocoscienza, non essendo ancora stata pienamente sviluppata, non ha mai la forza di agire in maniera consapevole, viene quindi bypassata dai nostri meccanismi psichici: all’evento corrisponde immediatamente una reazione di tipo fisico ed emotivo senza che noi, in quanto autocoscienza, possiamo fare nulla per intervenire.
Siamo schiavi della nostra natura inferiore, la quale segue le leggi meccaniche della sopravvivenza, esattamente come ogni altro animale. Per uscire da questa poco rassicurante situazione e trasformarci in maghi, dobbiamo cominciare a sviluppare la nostra «presenza», una reale autocoscienza: la coscienza del qui-e-ora.

L’osservazione di noi stessi, cioè l’osservazione distaccata, giorno dopo giorno, dei comportamenti inerenti la nostra personalità – il nostro apparato psicofisico – consente la progressiva creazione di un «testimone»: una parte di noi che non si lascia coinvolgere dalle sofferenze o dai piaceri del corpo, dal dolore o dall’euforia, ma li guarda con compassione prendendone le distanze.

Il «testimone» diviene in tal modo gradualmente consapevole di essere qualcosa di diverso da un mucchio di carne, qualche emozione e una serie di pensieri. Esso, sviluppandosi grazie all’osservazione, provoca al contempo, come per magia, la disgregazione dei nostri «composti psichici»: le paure, i rancori e i giudizi del nostro lato animale. Il «testimone» non è altro che l’embrione del nostro Sé, l’anima immortale, la nostra parte più profonda.

Passi tratti dal libro “La Porta del mago”
di Salvatore Brizzi
🔎 https://amzn.to/3aBSFz2
COSA SIAMO VENUTI A FARE SU QUESTO PIANETA?

Osservando il nostro posto di lavoro, il nostro partner, il quartiere dove viviamo, i nostri figli o i genitori… possiamo capire chi siamo e cosa siamo venuti a fare su questo pianeta, perché quella è la realtà esterna che abbiamo inconsciamente creato con il fine di trasformarci interiormente. Ad esempio, lavorando per un’azienda dove potremmo essere licenziati da un giorno all’altro, stiamo in verità lavorando sul concetto di sicurezza. Ciò significa che dobbiamo riuscire a sentire la sicurezza interiore indipendentemente da quella che ci può venire da una particolare situazione esterna.
Se viviamo con un partner che ci fa ingelosire, stiamo lavorando sul senso del possesso e sull’attaccamento.
Spesso al fine di cogliere la causa del nostro fastidio, dobbiamo essere in grado di uscire dalla situazione contingente e ampliare la nostra veduta, astraendo dal contesto. Per esempio, perché proviamo tanta avversione verso i ladri?
Molti di noi potrebbero dire: “Io non ho mai rubato, però i ladri mi danno comunque molto fastidio. Quindi la Legge dello Specchio in questo caso non è valida: mi dà fastidio qualcosa che non fa minimamente parte di me!”
Sbagliato! La Legge dello Specchio vale SEMPRE.
Quasi tutti proviamo fastidio alla vista di un furto. Eppure nessuno di noi è un ladro.
In verità, i ladri non ci infastidiscono perchè anche noi rubiamo, ma solo in quanto rispecchiano il nostro identico attaccamento alle cose materiali.
Non c’è infatti dubbio che, se ci irritiamo quando un ladro ci sottrae dei soldi, noi stiamo dando al denaro lo stesso valore che gli attribuisce lui. Siamo entrambi convinti che la felicità possa dipendere dal possedere qualcosa. Questo significa che, se fossimo nella situazione del ladro, ci comporteremmo nello stesso modo.
Un altro esempio. Perché ci potrebbero dare fastidio le prostitute? Non perché lo siamo anche noi, ma perché esse rispecchiano il nostro quotidiano prostituirci, cioè il nostro venderci in cambio di soddisfazioni materiali. Ci prostituiamo sul lavoro, con gli amici, con il partner… quindi ci disturba chi lo fa in maniera esplicita.

Passi tratti dal libro “Officina Alkemica” di Salvatore Brizzi
🔎 https://amzn.to/3drc9se
LA FORZA DEL CUORE CRISTALLINO
La notte di San Giovanni come simbolo del tuo “patronus”.

Sono ore decisive, decisive nell’avvento del Risveglio del Cristo Interiore.
Ombra è come i “dissennatori” che risucchiano speranza, fede, fiducia, dal centro del cuore.
Il Vento di Ecate soffia per ricordare ai mortali che sono caduchi, transitori, di passaggio in questo sogno materico chiamato Esistenza.
Mortali e transitori nei corpi così come lo sono le piante, le foglie, i frutti.
Mortali e transitori, legati alle leggi della Materia densa, passaggio esistenziale sensoriale della Vita che sperimenta se stessa con intelligenza e impossibile (per la mente) creatività.
Il senso di Nostalgia è un lungo suono, che proviene dagli infiniti meandri dell’infinito Universo, onda travolgente che trasporta il Canto della Vita per ridestare coloro che si sono persi.
Il senso di Nostalgia è uno schiaffo benevolo che Madre Vita restituisce alle menti dormienti così che i cuori, attraverso la nostalgia percepita, si ricordino la Vera Origine della Creazione.
Così come un bambino ha bisogno di “no” che frustrino benevolmente la sua personalità per accompagnarlo nel processo di maturazione, così la personalità-umana, ancora molto immatura, ha bisogno di sane frustrazioni per destarsi alla Verità del Sé Cristallino.
Quando riceviamo un “no” dalla vita, riceviamo un “sì” dallo Spirito che ci riporta a Casa.
Quando viviamo difficoltà di qualsiasi tipo (fisiche, emotive, economiche, materiali, relazionali, famigliari), riceviamo un “no” dalla vita rispetto ad una direzione che non rispecchia il Vero Sé.
Chi è che si impunta dentro?
Chi è che vive la disperazione, energia risucchiata dal Sé Ombra che indossa la maschera del Sé Spirituale ingannando nel discernimento?
Come potrebbe Madre Vita mostrarci che stiamo nutrendo la Maschera del Sé Spirituale che è un sottilissimo inganno dell’ego che ancora vuole il comando, l’egemonia, la soddisfazione del potere sul Potere Vero?
Follia di una mente scissa.
Follia di un mente che vede solo sé stessa e, come un bambino, fa i capricci per avere ciò che vuole: il potere.
San Giovanni il Battista è il simbolo dello Spirito incarnato che riconosce e battezza Colui-che-è-il-Cristo. Sarà San Giovanni ad immergere Gesù nel Giordano e a rivelare, grazie alla purificazione, la manifestazione dello Spirito. Questo racconto, in senso metaforico, ci mostra come il nostro “battezzatore interiore”, il Divino Padre/Madre dentro di noi, RICONOSCE E VEDE il Cristo Interiore e lo benedice/battezza attraverso un atto di purificazione e di consegna alle Acque della Vita. Così il Cristo Interiore si desta in noi e ci trasfigura, dissolvendo le ombre, includendo, armonizzando, pacificando, restituendo la Visione Vera.
Nel famoso e spettacolare film di Harry Potter, possiamo usare le scene associate ai Dissennatori (delle ombre potenti che tolgono speranza agli umani, spegnendo la Scintilla Vitale in loro) e all’intervento dei Patronus, potenti Daimon di Luce che spaventano e dissolvono l’ombra dei Dissennatori.
Abbiamo, dentro di noi, un potente Daimon, il nostro Patronus, nel cuore del Cuore Cristallino.
Questo senso di nostalgia profonda è, secondo me, un invito a CHIAMARE LA FREQUENZA DEL CRISTO e usarla come un Patronus.
Frequenza neutralizzante e dissipatrici di qualsiasi altra frequenza esistente nella materia e nel mondo astrale/emozionale.
Accogliamo questa notte per prepararci alla vittoria della Luce sulle Ombre.
Accogliamo la Nostalgia come un pungolo che ci invita a respirare, discernere, scegliere la Luce Cristallino nonostante tutto.
Siamo venuti per questo.
Ci siamo incarnati per questo.
Il gioco della materia e del “dramma” è solo una illusione, un sogno che si sta dissolvendo restituendo un senso di estraniazione a “questo” mondo.
Radicarci nella Frequenza del Cristo Interiore è la Priorità di tutte le Priorità.
Scegliere.
Osservare.
Respirare.
Lasciare che sia la Frequenza a guidare e mostrare la Via.
IO SONO LA VERITA’, LA VITA, LA VIA.
Questo è l’insegnamento.
La Notte di San Giovanni rischiara i nostri mondi inferi.
La Luna Piena in Capricorno espande il Tempo illuminando un orizzonte ampio.
Dove scegliamo di essere, dipende solo da noi.
Chiamiamo il nostro Patronus e lanciamolo nel mondo lunare.
Così sia.

Manuela Forte
23 giugno 2021.

🔎 Cofanetto libri: https://amzn.to/3zTbewg
LO SCAMBIO DI IDEE FRA CITTADINI DIVENTA SEMPRE PIÙ DEBOLE A CAUSA DELLA RIDUZIONE DELLO SCAMBIO ENERGETICO FRA LE AUREE ENERGETICHE DEGLI INDIVIDUI.

Di norma, nessuno è in grado di percepire questo a livello cosciente, tuttavia, tenendo le persone distanti si rende più fragile l’intero tessuto sociale. La folla ha meno forza e diventa meno intelligente. La forza e l’intelligenza della folla dipendono dalla possibilità dei singoli elementi di creare una rete di collegamenti sul piano fisico/eterico.

tratto da Come liberarsi dalla manipolazione, 2021

🔎 Acquistalo su MACROLIBRARSI:
https://www.macrolibrarsi.it/libri/__come-liberarsi-dalla-manipolazione.php?pn=2707

🔎 Acquistalo su AMAZON:
https://amzn.to/2SGdNRM

Non so, né mi interessa sapere, cosa sia giunta a dimostrare la scienza ufficiale in questo ambito, tuttavia per quanto concerne la Scienza dello Spirito, la privazione – o anche solo la riduzione – del contatto fisico fra le persone – e in modo particolare fra i bambini – porta a una riduzione dell’intelligenza e a un ritardo nello sviluppo. Il potersi toccare, baciare, abbracciare, strattonare o anche solo darsi la mano... è essenziale per un corretto processo di crescita e per mantenere una certa vivacità intellettiva anche negli adulti e negli anziani. Stando vicini – a meno di un metro – si trasmettono informazioni sui piani sottili. Tenere le persone a distanza è come rallentare le connessioni neuronali d’un cervello. Questo dice la Scienza dello Spirito.

Salvatore Brizzi