Notturno INAF
243 subscribers
41 photos
10 links
Il cielo del mese
Download Telegram
un'altro articolo di mediaInaf, aspettando la diretta dell'eclissi di sole di oggi.
Allineamento tra Giove, la Cometa e la Luna

Questa sera la Cometa 12P/Pons-Brooks si troverà a meno di 10 gradi dalla sottile falce di luna crescente e non lontano da Giove. I tre astri formeranno quasi un triangolo isoscele con la luna nel vertice e come base la cometa ed il pianeta gassoso. Cercate un posto con l’orizzonte ovest libero, godetevi il tramonto meglio con un binocolo o un piccolo telescopio. Ora consigliata dalle 8 di sera fino al tramonto degli astri.
Questa sera la Luna incontra le Pleiadi

Questa sera la Luna si troverà vicino all'ammasso aperto delle Pleiadi. Entrambi saranno osservabili ad Ovest dopo il tramonto del Sole, quando il cielo sarà sufficientemente buio da permettre l'osservazione dell'ammasso di stelle.
Primo quarto di Luna

Questa sera la Luna sarà al primo quarto. Sorge poco dopo le 11 di mattina, transita al meridiano sud alle 7 e mezza di sera, per poi tramontare poco prima delle 3 del mattino dopo.
La Luna si trova vicino a M44

Questa sera il nostro satellite si troverà poco sopra l'ammasso stellare M44 o del Presepe, nella costellazione del Cancro. Ben visibile con un binocolo, in cieli bui è anche percettibile ad occhio nudo come una piccola macchia nebulosa. L'ora ottimale di osservazione è con un cielo piuttosto buio e quindi verso le dieci di sera o più tardi, ma sarà rischiarato dalla luce della Luna e quindi meno contrastato.
M44, noto anche come Ammasso Alveare o Mangiatoia, è uno degli ammassi più vicini al nostro sistema solare.
Arturo, il guardiano dell'Orsa

In queste notti alzate gli occhi al cielo e cercate la costellazione del Boote che, nonostante sia visibile da febbraio a settembre, in questo mese domina particolarmente il cielo con la sua favolosa stella arancione, Arturo.

Arturo è la quarta stella più luminosa di tutto il cielo, la seconda del cielo boreale dopo Sirio. Si tratta di una stella gigante rossa 200 volte più luminosa del Sole e piuttosto vicina, a circa 37 anni luce dalla Terra. È una stella variabile ma non si conosce ancora la causa della sua variabilità su lungo periodo, anche se uno studio del 2008 ipotizza sia dovuta al ciclo magnetico della stella. Probabilmente è una stella doppia ma ancora non è certo e forse le oscillazioni della sua posizione sono dovute a un pianeta di tipo gioviano. Inoltre, il suo moto proprio è peculiare rispetto alla rotazione della Via Lattea e comune a una cinquantina di stelle, tanto da battezzare questa associazione stellare con il nome di corrente stellare di Arturo.
Orientandosi tra le costellazioni

Intorno alla mezzanotte, sotto il Boote troverete la costellazione della Vergine, mentre più a sinistra la Corona Boreale e la costellazione di Ercole. Non perdetevi, visibili con un binocolo, gli ammassi globulari M92 e M13. A ovest troverete la costellazione del Leone e del Cancro, entrambe destinate a riposarsi con l’avvicinarsi della stagione estiva, e più in alto quella dell’Orsa Maggiore. A est fanno la comparsa le costellazioni della Lira, del Cigno e dell’Aquila. Per finire a nord, oltre l’Orsa Minore, Cefeo e Cassiopea, più bassa sull’orizzonte.
Congiunzione Luna - Saturno

Domani mattina, una sottile falce di Luna calante sorgerà vicino a Saturno. Se volete cogliere questo momento, volgete lo sguardo verso est e appena dopo le 4 del mattino vedrete sorgere Saturno, mentre per la Luna occorrerà aspettare una ventina di minuti.
Congiunzione Luna - Marte

Domani mattina la Luna sorgerà a est vicino al pianeta Marte, dalle 4:30.
Occhi aperti per le Eta Acquaridi

Tra i vari sciami che vengono regolarmente osservati e monitorati, quello delle Eta Aquaridi, il cui massimo è previsto tra oggi e domani, risulta avere una velocità media delle sue componenti tra le più alte in assoluto, con valori che si attestano intorno ai 65 chilometri al secondo. Le Eta Aquaridi sono originate da materiale della cometa di Halley, il cui prossimo passaggio alla minima distanza dal Sole è previsto nel 2061. L’osservazione dalle nostre latitudini delle Eta Aquaridi è piuttosto difficile in quanto il radiante, ovvero la zona di cielo dal quale sembrano provenire le meteore, sorge verso est in piena notte e ci sono poche ore per seguire il fenomeno prima dell’alba. A tutti quelli che proveranno a dar loro la caccia, suggeriamo di tenere ben aperti gli occhi. Vista la velocità di transito, potrebbe bastare un battito di ciglia per perdersi qualche scia. In foto, la scia di una meteora appartenente allo sciame delle Eta aquaridi. Crediti: Noriaki Tanaka
Marte e Saturno visibili al mattino

Marte e Saturno saranno visibili al mattino, immersi nelle prime luci dell’alba a inizio mese. Incrementeranno la loro visibilità con il passare dei giorni anticipando l’ora del loro sorgere.
Luna nuova

Questa sera la Luna sarà nuova: le condizioni saranno perfette per osservare il cielo, meteo permettendo.
Aurora boreale a Bologna

Incredibile... mai vista prima a queste latitudini. E state pronti domani sera perché forse si ripeterà!
Saturno e i suoi anelli

In questo periodo gli anelli di Saturno saranno visti quasi di taglio e perciò poco appariscenti.
Luna al primo quarto
Luna piena dei fiori

Alle 15:53 la Luna sarà totalmente illuminata, nella costellazione dello Scorpione. La Luna piena di maggio è chiamata Luna dei fiori, perché maggio è il mese di moltissime fioriture :)
La Luna occulta M4

Questa notte il nostro satellite naturale occulterà l’ammasso globulare M4 nella costellazione dello Scorpione. La Luna sarà piena e l’ammasso stellare, sebbene abbia una magnitudine inferiore alla sesta e quindi visibile ad occhio nudo come una macchia lattiginosa, sarà immerso nella luce della Luna stessa. Complicata da osservare, l’occultazione inizierà alle ore 2:15 e terminerà alle 4. Probabilmente potrà essere vista solo attraverso un telescopio per aumentare il contrasto dell’ammasso stellare.