Local Strategy
103 subscribers
7 photos
1 file
13 links
Una guida per tutto ciò che puoi fare con Google My Business & il mondo del Local Search Marketing. www.LocalStrategy.it
Download Telegram
to view and join the conversation
Come Cambia il comportamento delle persone che si recano nei negozi con la Pandemia, una interessante analisi.

A dicembre è uscita un' analisi di Nielsen sui punti vendita e su come può cambiare la fruizione degli stessi nel 2021. Un'analisi interessante che consiglio di leggere per intero.

Intanto il fatto che i ristoranti siano chiusi ha portato ad un aumento del consumo di cibo in casa.

Le persone si muovono di meno per fare acquisti, hanno ridotto soprattutto i viaggi lunghi per lo shopping, ed è aumentata la quota dei negozi NUOVI visitati dove non erano mai stati prima. In Europa questa percentuale è salita dal 29% di maggio 2020 al 33% di settembre 2020.

Quindi le persone cercano nuovi negozi, più vicini a dove abitano, e questa è una nuova opportunità da sfruttare a pieno.

La vicinanza (appunto il local) sembra essere premiato

Leggi tutto su
https://www.nielsen.com/my/en/insights/article/2020/a-guide-to-winning-in-store-in-2021/
🌀La scheda Google My Business è solo un biglietto da visita digitale? 🌀

Se la pensi così stai sottovalutando le potenzialità full funnel di questo strumento.

Già da qualche tempo Google My Business è decisamente molto di più di un biglietto da visita; e durante il lockdown, in tempi brevissimi, Google ha aggiunto nuove funzionalità alle schede e alle mappe, utilissime ai commercianti per farsi trovare (e ai clienti per cercare e acquistare in sicurezza).

Non è più, quindi, uno strumento utile solo in fase di scoperta (ricerca) e consapevolezza (recensioni), ma anche di azione.

In questo post su DigitalUpdate mostro alcuni esempi di azioni di conversione possibili, con uno sguardo sul futuro e sulle prossime evoluzioni di Maps e My Business.

https://www.digitalupdate.it/blog/google-maps-google-my-business-funnel-completo-di-conversione/
Ieri nel webinar di DOmande e RIsposte che trovi qui https://www.youtube.com/watch?v=rVvLHjnLR40&ab_channel=LocalStrategy, così come in quello precedente, avete fatto tantissime domande ed espresso molti dubbi, a dimostrazione del fatto che l’ecosistema basato su Google My Business e Google Maps non è del tutto chiaro e ancora meno lo è il modo per sfruttarlo ai fini di business.

Ci sono punti oscuri, procedure “storte”, funzionalità che sembrano bug e bug che sembrano funzionalità.

In molti credono ancora che sia un canale marketing minore, uno strumento secondario e quasi trascurabile. Invece, è uno strumento di business formidabile per le attività locali altrimenti, perché Google ci starebbe investendo miliardi di dollari?


Non è mica un’azienda filantropica, è quotata in borsa e deve fare profitto. Per questo, sta investendo miliardi di dollari in quanto vede un ritorno considerevole che ci sarà solo se ci saranno ritorni per le attività locali presenti sul sistema.
Google Maps è utilizzato da milioni di utenti in tutto il mondo. Negli ultimi anni è diventata una tra le app più scaricate nell’App store. I segreti del suo successo sono riconducibili alla capacità di Maps di offrire informazioni chiare, funzionalità pratiche e strumenti sempre aggiornati. Inoltre, l'applicazione non viene più utilizzata soltanto per usufruire del servizio di indicazioni stradali ma anche per tantissime altre informazioni relative ad esempio alle condizioni del traffico, agli orari dei trasporti pubblici e soprattutto alla ricerca di informazioni relative ad attività locali nei dintorni.

Ecco perché ribadisco l’importanza essenziale per la tua attività di posizionarti correttamente su questo sistema di mappe per beneficiare della visibilità offerta nonché della visibilità della tua attività nella Ricerca Google.

Ma detto ciò, Google Maps è davvero l’unico strumento che devi utilizzare per la tua strategia di Local Search Marketing?

Negli ultimi tempi, a competere direttamente con Google Maps, anche per problemi che possiamo definire “diplomatici”, è il sistema di mappe di Huawei denominato Petal Maps dotato di funzionalità all’avanguardia e tecnologie di riconoscimento delle immagini finalizzate ad aumentare la precisione delle informazioni offerte.

Petal Maps è già presente in oltre 140 Paesi, fornisce informazioni sui trasporti pubblici in tempo reale in 129 principali centri metropolitani del mondo e la visualizzazione delle mappe è supportata in 79 lingue diverse con notifiche vocali in italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco e mandarino.

Se da un lato Google Maps si trova ad affrontare questa sfida competitiva, le attività locali dovranno invece prenderne atto ed essere pronte a fronteggiare con appositi strumenti, strategie e competenze un sistema di mappe, si può dire, nuovo e differente da quello di Google Maps con logiche di funzionamento proprie di Huawei.

E poi c’è Apple Maps, che ha dichiarato, al Congresso USA, di aver investito miliardi di dollari per sviluppare il suo sistema, presente anche in Italia.

E non sono gli unici, ce ne sono anche altri più o meno diffusi, cito Bing Maps, Here, Yandex Maps nel mondo russofono, Baidu Maps per i cinesi, ecc..

Questi colossi stanno investendo miliardi di dollari per offrire alle persone strumenti che sono utili oggi e lo saranno sempre di più nel prossimo futuro.

La buona notizia è che li puoi sfruttare a dovere per portare nuovi clienti verso la tua attività, se sai come farlo. Non perderti questa opportunità.

Parlerò in maniera più approfondita del Local Search Marketing e di altri sistemi oltre Google, nel corso Local Strategy live Online in partenza dal 15 Febbraio.
Ci siamo divertiti a creare dei grafici con i numeri ufficiali passati dal team di Google Maps.
Sta cancellando un sacco di recensioni, foto di utenti, e profili ritenuti falsi.
Trovi un approfondimento qui https://www.localstrategy.it/recensioni-false-cosa-fa-google/
🗞Su Il Sole 24 ORE di sabato 13 Marzo, Luca Bove ha spiegato gli ultimi trend in tema di cambiamento delle esigenze di consumo in tempi di pandemia nel settore Food e la crescita esponenziale delle ricerche dei negozi di vicinato.
Leggi la notizia 👇
10 Cagate sulla Local SEO


Qualche anno fa, Enrico Altavilla, fece un post sul suo blog che si chiamava "10 Cagate SEO" .

In suo onore riprendo questo video di Darren Shaw che parla di 10 miti sulla LOCAL SEO e l'ho rinominato in CAGATE. Condivido tutto quanto detto da Darren.

Di questa cagate ne ho parlato approfonditamente nel corso che finisce oggi. Chi l'ha seguito troverà un rafforzamento di quanto ho già detto.

Ma quali sono questi falsi miti che infestano la local SEO?
1) Aggiungere l'area di servizio per migliorare il ranking
2) Aggiungere Keyword nella descrizione che migliorano il ranking
3) Aggiungere parole chiave nella RISPOSTA alle recensioni
4) Usare un numero per il Call Tracking peggiora il ranking
5) Se pago Google facendo Google Ads, miglioro il Ranking Local
6) Pensare solo a posizionarsi PRIMO. Tutto il resto è noia. (Ma se poi non arrivano le conversioni?)
7) Ci vuole molto tempo per avere un buon ranking
8) Geotaggare le immagini per migliorare il ranking
9) Embeddare una mappa Google sul SITO per migliorare il ranking
10) Usare My Maps per migliorare il ranking

https://www.youtube.com/watch?v=qqhGtY4pvdU&ab_channel=Whitespark
Il Local è oramai digitale: Capire i nuovi acquirenti locali


Google ha presentato un articolo, riferito al mercato USA (che mediamente è anticipatore di quello italiano) che ci mostra come sempre di più il consumatore si affidi a Google per cercare nelle vicinanze.

Sono cresciute dell'80% (anno su anno) le ricerche di tipo “local” + “business(es)”
ma anche le ricerche per “who has” + “in stock” hanno fatto 8.000% (anno su anno).

Interessanti anche le ricerche fatte solo su Google Maps che si conferma essenziale e critico nella costumer journey.
Anche queste solo in USA, spero Google offra presto qualche strumento anche in ITALIA, per capire le ricerche solo su Maps.

- Sono cresciute del 9000% (YoY) le ricerche “curbside pickup” (in italiano, Ritiro all'Esterno)
- sono cresciute del 100% le ricerche per "discounts"
- sono cresciute del 60% le ricerche per "gift shop"

E ciliegina sulla torta mostra anche le keyword più cercate su G Maps (Sempre in USA), che sono:
- restaurants
- hotels
- restaurants near me
- gas
- food
- food near me
- grocery store
- gas station
- coffee
- pizza
Insomma, Google Maps sempre più importante per il consumatore, e per noi marketer che lo dobbiamo intercettare.

https://blog.google/products/ads-commerce/local-shopping-trends/
Forwarded from FastForward
Il Local Marketing tra consulenza e gestione - Al Lavoro Con Luca Bove
https://www.youtube.com/watch?v=pdqEZM9CQHY

Con Luca mostreremo varie cose e parleremo di varie cose. Prima di tutto un gestionale che ha ideato per gestire più sedi di una realtà ma che in futuro sarà rilasciato anche per gestire più clienti con una singola sede.

Potrebbe diventare uno strumento di riferimento nel mondo Local.

E inoltre abbiamo parlato delle ultime news e del futuro. Da vedere e ascoltare