ThinkingAboutDeath
79 members
33 photos
1 link
•••Foto di tutto ciò che l'universo ci ha concesso di conoscere nella nostra breve vita con i colori di chi la pensa negativamente•••
••Una persona negativa non fa altro che vedere la realtà con colori più scuri o distorta••
Bot: @Thinkingaboutdeathbot
Download Telegram
to view and join the conversation
= La vita è crudele: ma non perché finisce ma perché non ti ricordi di averla avuta.
Sabato sera sono uscito di casa e improvvisamente ho odorato un intenso odore di bruciato e improvvisamente ho ricordato quando da piccolo vedevo i falò insieme ai miei genitori; in quel momento mi sono chiesto: perché prima di allora non mi ero mai ricordato di ciò? E quanti momenti vissuti belli non mi ricordo?
Quante volte dovrò sforzarmi di assaporare ogni momento sperando di non dimenticarlo?
= Ripensando a ciò che ho scritto qualche giorno fa ho pensato di scattare a una foto, così da sfruttare l'opportunità offerta da un cielo notturno sereno
= Anonimo3: grazie per l'apprezzamento sono felice che i miei pensieri ti e vi facciano riflettere, servono anche a me per schiarirmi le idee
= Oggi uno di voi ha voluto condividere con me un suo pensiero riguardo la morte alla quale ho risposto
Non si ha paura della morte e non ce ne bisogno, l'unica cosa che potrebbe spaventarci è il dolore che si prova in quel istante, posso dirvelo per esperienza, ero lì che piangevo di dolore finché smisi di sentire quel che avevo intorno e pensai con quel granello di coscienza: "Perché sto ancora piangendo"

Adesso ogni tanto ripenso a quel momento e alle mie parole e vien su un po' di nostalgia, non avevo rimpianti e mi sentivo più libero

Grazie per l'attenzione

-s1
Piangere alcune volte è d'obbligo così possiamo eliminare le nostre frustrazioni e brutti pensieri e goderci il futuro, così come il dolore che si ha prima di morire ci permetterà di "godere" meglio della morte
28 = mani
= Dicono che le esperienze brutte ti servono per non fare sempre gli stessi errori.
Boh non lo so col tempo questa frase per me sta perdendo di credibilità, poiché quando hai poche esperienza in merito a una situazione ti è difficile riuscire a ricrearla e di conseguenza imparare perché hai poche opportunità e quindi di poche occasioni di sbagliare e imparare; allora ti sembra di essere sempre allo stesso punto e che quelle brutte esperienze hanno solo abbassato la tua autostima e quindi in sostanza che reputi inutili
29 = nuvole
ThinkingAboutDeath
Dolore
= Siete proprio sicuri che il dolore sia indispensabile per godersi al meglio la vita?
Secondo me il dolore crea una specie di aura che influisce anche la vera felicità.
Vi spiego, quando si prova molto dolore ogni berlume di speranza per uscire da questa condizione ci rende felici, troppo felici ( ecco perché consiglio di abbassare le vostre aspettative) da lì in poi possono capitare due cose o non si riesce ad uscire dal dolore e quelle aspettative ( delle quali ho parlato altre volte) vengono infrante e quel dolore si intensifica o si esce dal dolore e, almeno io, ho sempre la paura di ricadere in quella condizione o, le esperienze riguardo altre possibilità di uscire dalla precedente situazione di dolore non andate a buon fine, suscitano in me una sensazione pessimista: come se tutta la felicità finisse da lì a poco.
= Scrivetemi sul bot o nella tabella cosa ne pensate
= A che scopo comportarsi bene? Mi spiego: noi tutti nasciamo con una parte buona e una cattiva, e sta solo a noi decidere quale far prevalere, certo anche se scatenare la nostra parte più scura comporta rispondere a sanzioni elevate; una via di mezzo spostata un po' più verso il male piuttosto che verso il bene ci permette di fare i nostri interessi e di guadagnarci. Perché invece fare il contrario, agire verso il bene ci farebbe guadagnare solo se tutti facessero la stessa, cosa molto difficile per gli umani, che pensano solo a un futuro di scarsa lungimiranza.
Nonostante ciò, quando posso, di cerco agire più verso il bene: mi piace pensare che come me ci sia qualcuno che si sforza di fare lo stesso e che possa apprezzare i miei tentativi.
*Scrivetemi qualcosa a riguardo sul bot*
30 = rose
= Oggi stavo tornando a casa con il pullman e siccome mi piace osservare il cielo ogni tanto ho deciso di occupare il posto vicino finestrino,il cielo di oggi era un celeste tendente al grigio, con nuvole verso il nero e fra una nuvola e l'altra vi era uno spiraglio dalla quale usciva la luce del sole che assumeva un colore simile all'oro: bellissima. Improvvisamente ho notato come le persone e le nuvole infondo siano uguali: così come la luce del sole esce quando una nuvola si allontana dalle altre, una persona da il suo meglio quando è lontana dal gruppo. Con questo voglio dire che un po' di osservazione ci potrà permettere di vedere una persona non come parte di un gruppo ma come singolo individuo, permettendoci di godere del suo meglio della sua "luce"
31 = bomba
= Oggi non sapendo di cosa parlare ho pensato di rivedere la riflessione di qualche giorno fa, improvvisamente mi sono domandato se io in quel paesaggio, ricoperto da una luce dorata, ne fossi un componente o semplicemente qualcuno che può ammirare quella atmosfera grazie alla propria vita: voglio dire noi siamo veramente parte di ciò che vediamo o ciò che vediamo è solo una conseguenza della nostra vita.In parole povere mi sono chiesto: io faccio parte di questo paesaggio e quindi lo posso vedere oppure io posso vedere questo paesaggio perché sono nato, dopo una piccola riflessione ho capito che sono due ottiche della stessa cosa, la differenza consiste nella consapevolezza che la nostra esistenza può modificare ciò che ci circonda: luoghi, persone, viviamo e quindi modifichiamo creando paesaggi sempre nuovi per noi e per i nostri prossimi basta solo saperli ammirare. Forse è proprio questo lo scopo di questo canale: cercare di sviluppare una coscienza in merito alla propria vita così da viverla attivamente.
Uff quanto tempo per sciverlo
= Dicono che il dolore e gli errori servono a fortificarti, ma a cosa effettivamente? Altro dolore?
Quando penso al dolore o a condizioni di disagio, penso solo a momenti tristi che non ho sfruttato... ciò mi dovrebbero forticare?
Ok potrei usare errori e cattive scelte per non fare due volte gli stessi sbagli(cosa non sempre facile), ma ha senso sforzarsi se alla fine, per come sono io, compio sempre sbagli nuovi sentendomi sempre male; Quindi oramai ho confermato quella che era la mia convinzione: il tempo non guarisce il dolore, ma ci aiuta a convivere con esso.