HostFat Mind
1.6K subscribers
22 photos
14 videos
3 files
339 links
Raccolta di pensieri e opinioni.
Per leggere anche i commenti, usare Telegram.

Link web: http://hostfatmind.com
Chat: https://t.me/+2QPAFrJ8SYk3ZGZk
Download Telegram
Western Union e account non verificati

Ho visto da poco che Western Union, con account non verificati, ha un limite di 1000 euro a transazione, ogni 5 giorni.
Vengono anche chiesti altri dati personali, ma non vengono verificati in alcun modo.

https://www.westernunion.com/it/en/frequently-asked-questions/faq-send-money-2.html
"To send more than 1000 EUR every 5 days from Italy, you’ll need to verify your identity online. Once verified, you can send up to 5000 EUR every 3 days."

Certo questo non vi limita dal fare poi nuovi account...

Le transazioni fra Italia e Italia sono praticamente gratuite, mi pare.

Si possono caricare con una carta (magari questa carta anonima), o anche con un bonifico.

Il bonifico pare che non serva che provenga da un account con il nome di chi invia.

Quindi si potrebbero usare, suppongo, i servizi per la compravendita di bitcoin svizzeri, che effettuano bonifici, oppure i servizi p2p presenti su Kucoin o altri exchange in questa lista, che sono tutti senza KYC.

Si effettuerebbe un bonifico al conto corrente di Western Union, indicando però il nostro codice che WU vi assegna, nella causale.

Fino a qui, tutto bello, ma manca però l'ultima parte purtroppo.
Quando si va al tabacchi per ritirare i contanti, va per forza mostrando un documento.

Magari qualcuno troverà comunque interessante e utili questi passaggi :)

#nokyc #pagamenti

HostFat Mind
HostFat Mind pinned Deleted message
Carta USD virtuale anonima, ricaricabile con Lightning Network

Attualmente la carta sembra che non sia più emessa con connessione dall'italia :(

Per acquistarla è richiesto l'uso del Lightning Network (LN)

Per ora sto usando questo wallet per l'uso di LN: https://blixtwallet.github.io
Abilitando prima nelle impostazioni: "Enable Multi-Path Payments".

Per acquistare la carta dovrete installare questa app:
https://thebitcoincompany.com

Ricarica massima: $750
Commissione di ricarica: direi circa 4%
Commissione di cambio da USD ad altra valuta (tipo EUR): viene indicata $2 + 2%, ma su PayPal, dove ha funzionato, non c'è stata nessuna commissione, pagando in EUR.

Questa carta dovrebbe funzionare su google pay, apple pay ecc ...
Provata con Google pay ad un pos Conad è ha funzionato :)

Sembra che usandola su amazon.it, per far si che funzioni, serve indicare precisamente che la carta è in USD e non in EUR.

Naturalmente potrebbe essere una buona idea usare un account google del tutto nuovo, e inserendo dati falsi su google pay.
Si tratta di carte da poco, ma se si vuol essere paranoici, allora anche usare un telefono (da poco) senza sim, dedicato a questo scopo.
Collegato via wifi con una vpn quando si monta la carta su google pay, e mettendosi in modalità aereo mentre si è in giro a pagare.

#nokyc #carta #privacy #googlewallet

HostFat Mind
Media is too big
VIEW IN TELEGRAM
Ottimo video, in inglese, sulla storia del declino dell'impero romano e l'inflazione.

#storia #economia #inflazione


HostFat Mind
Futura diffusione di carte e intermediari


Google dal 2023, inizierà ad accettare pagamenti in cryptovalute per i suoi servizi cloud, usando l'intermediario Coinbase:

https://www.cnbc.com/2022/10/11/google-selects-coinbase-to-take-cloud-payments-with-cryptocurrencies.html

L'exchange FTX con una partnership diretta con Visa, diversamente da altri exchange che ancora hanno fatto accordi con altri partner di visa/mastercard, inizierà a distribuire carte per pagare usando cryptovalute:

https://www.cnbc.com/2022/10/07/visa-partners-with-ftx-in-a-bet-that-shoppers-still-want-to-spend-cryptocurrencies-in-a-bear-market.html

Quello che potrebbe succedere per il prossimo anno, è che tramite queste integrazioni e partnership, le carte per pagare con le crypto le si troveranno praticamente anche dentro le patatine, e tutti i vari servizi pagamento che tutti noi usiamo abitualmente, comprese le nostre banche, in qualche modo andranno ad integrare l'uso delle cryptovalute.

Questo sfruttando appunto servizi forniti da altre aziende attive già da tempo nel settore, come Coinbase.

Il risultato finale sarà che le crypto probabilmente si ce le troveremo ovunque, ma il metodo per possederle ed inviarle qua e la, per la maggior parte delle persone, avverrà senza avere il vero controllo o possesso delle stesse.

C'è quindi il rischio, che il pensiero più comune sarà pressappoco questo:
"Perché devo impegnarmi a capire questa cosa cosi complicata di chiavi ecc ... quando posso usare la carta che mi da X di cashback?"

Potrebbe quindi capitare che la maggioranza della popolazione non vorrà impegnarsi per imparare la gestione e salvaguardia delle chiavi private, cioè la piena responsabilità.

Essendo quindi pochi i clienti a fare richiesta di poter pagare con Bitcoin e altre cryptovalute, l'incentivo per i merchant ad accettarle, direttamente o tramite intermediari, "con trasferimenti on-chain", potrebbe essere comunque ancora basso.

Non sarà comunque un grosso problema, perché aumentando il numero di persone che entrerà in contatto con Bitcoin e le cryptovalute, aumenteranno per forza anche i curiosi interessati ad entrare più nel dettaglio sul loro funzionamento, stesso varrà per gli eventuali merchant.

Il motivi che potranno spingere di più varie persone ad interessarsi a possedere e controllare pienamente Bitcoin e le cryptovalute, potranno ancora essere: sfuggire all'inflazione e comprendere quanto siano terribili le CBDC.

Riguardo comunque alle CBDC, sempre sperando che almeno rimanga la possibilità di scambiarle, magari quantità limitata, fra le persone comuni, ci sarà ancora possibilità di fare compravendita di Bitcoin e cryptovalute.
In uno scambio da un wallet CBDC ad un altro, seppur la transazione sarà completamente tracciata, non ci sarà modo di capire che cosa sia stato scambiato fra le due persone.
Nella causale del trasferimento fra i due wallet CBDC, ci potrebbe essere scritto, "prestito", oppure, "vendita oggetto X" ecc ... ecc ... quando in realtà le due persone si saranno scambiate Bitcoin.
Cioè, uno che avrà Bitcoin, avrà aspettato di ricevere l'ammontare accordato sul wallet CBDC, per poi inviargli i Bitcoin sul wallet predisposto dal compratore.


Al di la di questi pensieri, con un po' di febbre :P, c'era un'altra cosa che volevo scrivere, non riguardo a quanto detto sopra, ma più persone, fra cui un avvocato, mi hanno sconsigliato di farlo :(
Lancio questa cosa cosi per fare un po' di hype, quando in realtà non è nulla di che :)

#news #previsioni #cbdc


HostFat Mind
Siamo ancora nella giungla

Nella giungla si può morire da un momento all'altro.
Una scelta sbagliata, o un amicizia sbagliata, che è anch'essa una scelta, può essere veramente l'ultima.

Morire per una scelta sbagliata nella giungla, è appunto "selezione naturale".
Morire per una scelta sbagliata, è quindi giusto.

Non si è quasi mai vittime.
Non si può essere vittima, per una propria scelta.

Anche l'ignoranza, che ci porta ad una scelta sbagliata, è anch'essa una scelta.

Si è responsabili delle proprie scelte.

Scegliere di fare scegliere qualcun'altro per noi, è anch'essa assolutamente una scelta, è tale ci può portare giustamente alla morte.

La vita, nostra, o dei nostri figli, non è un diritto, è solo un regalo.

#pareri #anarchia


HostFat Mind
Nei mesi passati l'associazione Decentra e l'azienda Ailanto, di cui faccio parte, si sono interfacciati con lo studio legale Falsitta, che si è occupato anche della voluntary disclosure del 2012.
E' stato elaborato un piano per la dichiarazione dei propri ricavi Bitcoin e altre crypto all'agenzia delle entrate, ad un prezzo considerato più vantaggioso rispetto al 26%.

Il compenso per gli avvocati andrebbe dal 3% al 4%.
Le tasse da pagare all'agenzia delle entrate sarebbero del 6.5% circa, questo nel caso si fossero fatte attività di trading.
Nel caso invece, si fossero comprati ad esempio Bitcoin, e non si fossero più mossi dal quel momento, le tasse da pagare all'agenzia delle entrate sarebbero "zero".
Quindi solo il compenso per gli avvocati.

Servirebbe inoltre poter dimostrare comunque che i soldi usati per l'acquisto iniziale provengano da attività lecite.

La dichiarazione all'agenzia delle entrate, attraverso lo studio legale, sarebbe prima fatta in modo anonimo, quindi, solo gli avvocati saprebbero il vostro nominativo.
Nel caso l'agenzia delle entrate accettasse la dichiarazione, solo allora verrebbe indicato il vostro nome.

Inizialmente si era pensato di accettare solo dichiarazioni dell'ammontare oltre i 500k, ma si pensa di poter riuscire anche con 100k ora.
Tutto dipende dalla complessità della situazione del portafoglio, e comunque avranno ovviamente priorità i lavori di maggior calibro.

Per la dichiarazione all'agenzia delle entrate non c'è bisogno che vendiate le vostre crypto.

Per maggiori informazioni potete usare queste due email:
- disclosure@decentra.academy
- disclosure@ailanto.io

Potete anche usare eventuali strumenti di cifratura nel caso vogliate.
Resta che comunque servirà che incontriate dal vivo gli avvocati.

Articolo a riguardo: https://www.ilgiornale.it/news/politica/c-ricco-tesoretto-criptovalute-ecco-tirarlo-fuori-2080492.html

Vorrei comunque specificare che non sto suggerendo che questa sia la via migliore in assoluto, ma può essere una.
A voi quindi un'altra scelta.

#news #decentra #ailanto


HostFat Mind
"Proof of reserve" e "Proof of liabilities"

Lista di fonti/discussioni riguardo all'eventuale "proof of reserve" di exchange e servizi.
Da notare bene che questo può ovviamente non bastare per valutare la sicurezza di uno di questi servizi, ma può essere un punto da tener conto.

Cercherò di tenere un po' aggiornato, ma è probabile che verrà fuori una qualche forma di standard, e ci saranno vari siti che faranno un indice di queste proof.

Fondamentale anche le "proof of liabilities"
https://twitter.com/el33th4xor/status/1592163635258093569

Nexo
https://real-time-attest.trustexplorer.io/nexo
https://twitter.com/AntoniNexo/status/1591495032770818048

Kraken
https://www.kraken.com/proof-of-reserves

Bitfinex
https://github.com/bitfinexcom/pub/blob/main/wallets.txt

Bitmex
https://github.com/BitMEX/proof-of-reserves-liabilities
https://blog.bitmex.com/bitmex-bitcoin-proof-of-reserve-proof-of-liability-system-now-live/

Binance (parziale)
https://www.binance.com/en/collateral-btokens

Safello
https://safello.com/proof-of-reserves/

Varie
https://data.chain.link/categories/reserves
https://twitter.com/chainlink/status/1592623585340063746
https://portfolio.nansen.ai/entities

#news


HostFat Mind
Aggiornamento, ora richiede full kyc se si vuole trasferire più di 5000 dollari, lifetime.
Ipoteticamente, potreste farvi un account nuovo ogni volta..

Aggiornamento due, ora il limite è 1000 dollari lifetime.


Okx.com p2p market

Ho visto ora che anche Okx ha il p2p markets.
Usabile quindi anche con monete fiat.

https://www.okx.com/p2p-markets

Per accederci, è richiesto una verifica SMS dell'account.
Ho fatto una prova con un numero canadese preso da 5sim.net. (pagabile in crypto)
Ha funzionato senza problemi.
Altri servizi per numeri virtuali:
https://t.me/hostfatmind/130

Viene richiesta anche una prima KYC, dove sono richiesti nome, cognome e ID.
Questi dati NON vengono verificati, non è richiesto alcun documento.

Superando questo KYC inutile, si ha un limite di ritiro giornaliero di 200 BTC.

Andando poi nella sezione depositi/ritiro crypto, se ci si connette con un IP italiano o maltese viene richiesta una verifica ulteriore.
Basta una qualsiasi VPN con un altro IP e si può accedere a quella pagina senza alcun problema.

Dettaglio interessante, OKX accetta depositi anche in LN.

Altro esempio di messaggio simile per Kucoin:
https://t.me/hostfatmind/79


HostFat Mind
Qualche settimana fa cercavo di comprare un oggetto elettronico usato.

Ho provato prima sul famoso subito.it.

Poi ho provato a cercare quali altri servizi concorrenti, e ho trovato wallapop.com, che magari già conoscevate tutti 😅

Se vi iscrivete con questo link ricevete uno sconto di 4 euro sulla prossima spedizione (e pure io)
https://referral.wallapop.com/YSFWvsDtwyapSyiX6

E' fatto molto bene, ed è attivo contemporaneamente oltre che in Italia anche in Spagna e Portogallo.

Questa estate ero stato in Portogallo, e ho scoperto che li è possibile prendere delle sim di Lycamobile e ricaricarle senza dare alcun documento (credo che lo stesso valga per la Spagna)

Ho provato allora a cercare sempre Lycamobile su Wallapop e infatti sono usciti vari risultati.

So che queste sim si possono magari trovare anche su ebay e altrove, ma tanto per segnalare che si trovano anche li sopra :)

#vendita #suggerimenti

HostFat Mind
Il contante è destinato a calare fin quasi a sparire

Continuano anche quest'anno le discussioni sull'obbligo dei POS, sulle commissioni, sull'importanza del contante ecc ...

Penso che sia importante capire che il contante non potrà restare, e che sia destinato a sparire.

I motivi sono vari.

Sperare di mantenere il contante in circolazione, è un po' come fare i conti senza l'oste.

Il contante è un prodotto/servizio di un'attività che non è a libero mercato.
L'euro o il dollaro sono imposti su di noi dalle leggi statali.
E' un prodotto/servizio che noi non scegliamo di usare o meno.

Queste entità che sono le varie banche centrali in accordo con i vari stati, possono quindi decidere di smettere di metterlo in circolazione.
Tutto ciò sta già avvenendo in questi anni, con la rimozione ad esempio delle banconote ad alto taglio.

Sempre seguendo quindi la via della rana bollita, pian piano ...

I motivi dati saranno sempre gli stessi, combattere l'evasione, il riciclaggio, il terrorismo, e ora è arrivato anche lo spauracchio delle malattie.

La maggior parte della popolazione si berrà qualsiasi cazzata come già è avvenuto per la scorsa pandeminchia.

Sperare di aver fiducia nella maggioranza della popolazione è completamente inutile.

L'altro motivo per cui i pagamenti digitali avranno la meglio sul contante però non è legato ad una loro eventuale imposizione, ma più ad un aspetto reale, incontestabile.

I pagamenti digitali alla cassa, sono di fatto più veloci e più sicuri e pesano fisicamente meno.

Non c'è niente che può far rispamiare più tempo di avvicinare la carta, o il telefono, o inquadrare un qrcode con il telefono per poter pagare all'istante.
Questo rispetto a tirare fuori il contante, contarlo sia il cliente che l'esercente, dare poi il resto, infilare le monetine in una tasca e il contante in un altro spazio.

Contando poi una fila di persone che devono tutte fare questa operazione, il tempo perso di una persona lo diventa anche per tutte le altre dopo di lei.

Con i pagamenti digitali si può e si potrà già pagare prima di entrare al bar, arrivare già con la birra/drink pronta sul tavolo.
Pagare magari direttamente dal davolo, senza nemmeno dover aspettare il cameriere.

Si hanno portafogli più piccoli, che contengono giusto qualche carta o documento, nessuna monetina.

Diventa anche più sicuro per il commerciante che non si trova più soldi nella cassa che possono essere di interesse per eventuali rapinatori.

Tutta questa velocità di pagamento attira, piace e piacerà molto alle nuove generazioni.
Anche se vi sentite cosi attaccati al contante, non potete farci nulla, le nuove generazioni sempre più andranno in questa direzione per liberarsene.

Arriverà un punto dove il pagamento digitale sarà cosi diffuso per cui le banche centrali semplicemente staccheranno la spina dalle stamperie.

Questo senza contare che hanno già questo obiettivo, con l'arrivo delle CBDC.

Se ci tenete quindi alla vostra libertà di poter pagare, di avere pieno controllo dei vostri soldi e della privacy, il contante non è la soluzione, è già una partita persa.

L'unica soluzione è e saranno le criptovalute.

Solo le criptovalute, che sia il Bitcoin, o altre o delle stablecoin (con però eventuali problemi annessi anch'essi da valutare), sono la soluzione che possono portarvi ad avere un maggiore controllo dei vostri conti, dei vostri soldi, della vostra privacy, andando allo stesso tempo però incontro alla richiesta del mercato per l'uso dei pagamenti digitali e la loro velocità di esecuzione

Prosegue al messaggio sotto...

#contante #previsioni #cbdc


HostFat Mind
Non c'è veramente altra via, sempre anche con l'arrivo imminente delle CBDC (che ci verranno imposte), ogni energia spesa per la difesa del contante, anzichè sulla spinta di monete digitali più sane, è energia persa/sprecata, inutile.

Se volete essere pronti per contrastare l'arrivo delle CBDC, l'obiettivo è diffondere quanto più velocemente possibile nella popolazione, l'uso di monete digitali sane.
Se anche non fosse subito il Bitcoin la prima scelta, perché alcuni merchant fossero ancora troppo incerti e sfiduciosi, anche le stablecoin, su network decentralizzati, sarebbero meglio dei pagamenti digitali via carta ecc ... e ovviamente le CBDC.

Almeno chi è già esperto, potrebbe convertire quella piccola parte di Bitcoin che gli serve per il pagamento, in una stablecoin, su uno dei tanti DEX (exchange decentralizzati) senza KYC, e pagare poi il merchant.


HostFat Mind
Ora che le cryptovalute sono regolamentare in Italia con tassazione a 26%, manca il passaggio di spingere tutti i merchant ad accettarle con servizi di conversione automatica in euro.
Pagarli poi con wallet non-custidian, quindi in modo anonimo, quindi ancora pagando 0% di tasse.

#previsoni #pareri

HostFat Mind
Carta anonima visa o mastercard prepagata in USD da $50 a $5000

Si intende "anonima", semplicemente perché i dati inseriti non vengono verificati.

La carta sembra comunque avere un limite di $2500 di uso al giorno.

https://fcfpay.com/prepaid-crypto-debit-cards

Non mi è ben chiara la differenza, ma ci sono due tipi di Visa e una Mastercard.

Segnalazione ufficiale su bitcointalk
https://bitcointalk.org/index.php?topic=5280997.msg61589461#msg61589461

Fee creazione: circa $6 + 3.5%
La carta può essere anche ricaricata.
Per la creazione sono accettate numerose criptovalute.

E' attivabile su Google Pay ed Apple pay, quindi usabile poi nei negozi con POS, utilizzando un numero US o CA.
Ho fatto una prova riuscendo ad attivarla usando il servizio di numeri temporanei:
https://sms4sats.com/

Se volete usarla su google pay / amazon pay, conviene che indichiate un indirizzo corretto, esistente (non il vostro ;)), quindi con un CAP e Citta corrette.


Ho fatto alcune prove, con la prima carta formato visa, ha funzionato su:
- Amazon.it
- Google Pay in un market coop

Non ha funzionato:
- Ricarica carta revolut
- Con google pay con un pos sumup che possiedo

Pare quindi che con google pay che vada con alcuni pos (ad esempio quello della coop), e non con altri.

Può anche essere, ma sarebbe da provare, che l'altra visa o l'altra mastercard funzionino meglio ...

Chat dedicata:
https://t.me/frenchconnection_bsc

#privacy #nokyc #carta #googlewallet #fcfpay #applepay

HostFat Mind