A Lume di Fare
860 members
40 photos
107 videos
390 links
Ciao! Sono Debora Montoli e ti presento il mio progetto che raccoglie consigli, tool e notizie per migliorare la tua produttività nel lavoro e per ispirare la tua voglia di fare! Scrivimi a @DeboraAV
Download Telegram
to view and join the conversation
[VELOCIZZA LA REALIZZAZIONE DI FIRME PROFESSIONALI PER LE TUE EMAIL #summeredition]

Prova uno di questi tool:

Exclaimer, Free Email Signature Generator
https://free-email-signature.exclaimer.com/
Inserisci dati, logo, banner, social e disclaimer. Scegli il layout, personalizza font e colori e segui le indicazioni per importare la firma nel tuo servizio di posta elettronica.

Il servizio Free di Hubspot
https://www.hubspot.com/email-signature-generator
Oltre alle personalizzazioni di base, puoi inserire una CTA e le eventuali certificazioni conseguite. Le immagine devono essere caricate su servizi esterni come Dropbox o Google Drive ed inserite tramite url.

Si.gnatu.re
https://si.gnatu.re/
Tool con due piani a pagamento e uno free che permette di modificare la firma solo per 30 giorni (ma potendola usare per sempre). Ha all'incirca le stesse personalizzazioni degli altri tool.

Wisestamp
https://www.wisestamp.com/
Tool freemium che tra le varie soluzioni permette di collegare gli articoli del blog nella firma grazie alla funzione “mostra i miei ultimi articoli (RSS)”. Oppure puoi mostrare le ultime foto, un video o i social.

Direttamente in Gmail
In Gmail, vai sull'icona dell'ingranaggio alla sezione Settings > General > Signature.
Se gestisci la posta da più account, scegli l'indirizzo email da abbinare alla firma.
Componi testo, link, immagini come preferisci e salva le modifiche.

**Integro la risorsa suggerita da Sandro Ghini (grazie Sandro!)
Newoldstamp
https://newoldstamp.com
Generatore di firme professionali, permette di crearne una free oppure decidere di passare a uno dei piani a pagamento per riuscire a gestire diverse email da un unico account.

--------------------

Debora Montoli 🏖
@DeboraAV ✏️

--------------------

#AppuntidEstate
Le norme guida del personale che Michele Ferrero scrisse oltre 40 anni fa.
“Quando parli con un individuo ricorda: anche lui è importante”
https://www.gazzettadalba.it/2019/02/le-norme-guida-del-personale-che-michele-ferrero-scrisse-oltre-40-anni-fa/

--------------------
[UN MERCOLEDÌ DA IMPRENDITORI: con Elena Bizzotto #summeredition]

Chi ha la fortuna di conoscere Elena sa che è una persona straordinaria e solare. Ogni volta che la vedo mi riempie di energia.

Lei è un'igienista dentale con la passione per la condivisione di buone informazioni. Aiuta le persone a stare in salute partendo dalla cura della loro bocca.

Questo è il suo sito web https://www.elenabizzotto.it/ e, tra le informazioni presenti, puoi trovare questa bella definizione che la rappresenta pienamente:
"Sono un’Igienista Dentale, promuovo la salute, trasformo i sorrisi e dono fiducia ai miei pazienti".

Oltre ad occuparsi di igiene dentale, Elena è anche un'artista e nello specifico suona il fagotto. Cura il canale Telegram (https://t.me/lasalutesorride) e il Podcast (https://www.elenabizzotto.it/podcast/) "La Salute Sorride" dove puoi trovare informazioni utili, idee, strategie e ispirazioni per trasformare il tuo sorriso.

In questa nota vocale puoi scoprire come riesce ad organizzare il suo lavoro offline e online!

--------------------

Per seguire le altre interviste:
#intervisteAV

Se vuoi partecipare, scrivimi qui:
@DeboraAV

Debora Montoli 🎧

--------------------
[LA STRATEGIA DELLE 2 LISTE DI WARREN BUFFETT - PIÙ CONCENTRATI E PIÙ PRODUTTIVI #summeredition]

Per essere più produttivi, è necessario identificare tutte le attività da fare definendo anche quelle che non devono essere considerate (le “not to do list”).

Warren Buffett ci ricorda di difendere le priorità escludendo tutte le altre cose.

Parlando con il suo pilota personale Mike Flint, Buffett gli chiese quali fossero le sue priorità di carriera e gli suggerì di fare un esercizio diviso in tre fasi:

1️⃣ scrivere i suoi 25 obiettivi, le cose che aveva in mente pensando al successo nel lavoro e nella vita.

2️⃣ rivedere l’elenco cerchiando 5 obiettivi dalla lista creata.

3️⃣ a questo punto, Mike aveva due liste. Le 5 priorità segnate come elenco A e le altre 20 come elenco B. Alla domanda di Warren per sapere le intenzioni di Mike circa il secondo elenco, il pilota confermò che avrebbe iniziato a lavorare all’elenco A, ma anche all’elenco B nei ritagli di tempo perché comunque importante per lui.

Warren sottolineò quanto fosse sbagliato quell’atteggiamento.

L’elenco B rappresenta la lista di quello che deve essere evitato a tutti i costi e può essere considerato solo dopo aver raggiunto gli obiettivi dell’elenco A.

Fondamentale: definire le cose che non vanno fatte, per non perdersi in troppe attività e senza disperdere il tempo a disposizione.

Per approfondire: https://jamesclear.com/buffett-focus

--------------------

Debora Montoli 🏖
@DeboraAV ✏️

--------------------

#AppuntidEstate
Un'offerta molto utile dal canale Telegram Toolperstartup! È possibile ottenere gratuitamente per un anno Process Street, il tool per gestire procedure e task ricorrenti.
» https://t.me/toolperstartup/691

--------------------
This media is not supported in your browser
VIEW IN TELEGRAM
[GESTISCI LE ATTIVITÀ CON TODOIST #summeredition]

Ripropongo un piccolo video che mostra i primi passi per iniziare ad usare Todoist. Uno strumento completo e disponibile per tutti i dispositivi.

Puoi creare progetti, attività, scadenze, priorità, etichette, commenti, promemoria, integrazioni, condivisioni...

Coinvolgi altre persone e gestisci rapidamente attività ripetitive! 💪

Caratteristiche di Todoist:
- essenziale
- grafica senza distrazioni
- adatto per ogni dispositivo
- semplice da usare

Nel video ho riportato le funzioni base di questo tool, fammi sapere se ti è utile!

Ecco il sito: https://todoist.com

--------------------

Debora Montoli 🏖
@DeboraAV ✏️

--------------------

#AppuntidEstate
Il trailer del documentario Minimalism, una serie di interviste che parlano di minimalismo
» https://youtu.be/0Co1Iptd4p4
È disponibile su Netflix ma non solo, sul sito trovi tutte le modalità: https://minimalismfilm.com/

--------------------
[ORGANIZZA LO SPAZIO DI LAVORO]

Spesso la scrivania è usata come un magazzino, ma in realtà deve essere esclusivamente uno spazio di azione.

Gli oggetti che non servono in un momento specifico devono essere collocati in uno spazio diverso dalla scrivania.

Usa:
- Scatole trasparenti ed etichette.
- Cofanetti progettati per usi diversi, come le scatole portagioielli piene di scomparti e adatte alla cancelleria e ai piccoli oggetti.
- Cestino! Averlo e usarlo.
- Spazio verticale organizzato con mensole, bacheche, griglie...
- Cassette di legno. Divertiti a personalizzarle, ad appenderle in verticale o ad usarle come scatole.

Alla ricerca di idee:
shelterness.com
pinterest.com

Se ami il fai da te, guarda questi due progetti:
a-hanging-wall-folder
organize-stationery

--------------------

Debora Montoli 🏖
@DeboraAV ✏️

--------------------

#AppuntidEstate
I fan di Tim Ferriss hanno raccolto alcuni libri che vengono citati nei suoi show:
http://fourhourbook.club

--------------------
[COME EVITARE IL BURNOUT]

Il burnout è una condizione di stress e frustrazione legata all'ambito lavorativo e che determina un logorio psicofisico ed emotivo con forte demotivazione, delusione, disinteresse, affaticamento e con problemi di adattamento.

Blake Snow ha scritto un articolo per il sito Entrepreneur con 5 abitudini per evitarlo.

"Say no, except to playing. Always say yes to play time."

1️⃣ Non subire passivamente lo schermo. Subire gli strumenti è un po' come "lasciare che le cose e la vita accadano senza attivarsi in prima persona".

2️⃣ Tieni un diario. In questo modo aumenta la gratitudine, la consapevolezza, il conoscersi meglio per fare scelte migliori in futuro.

3️⃣ Dire di no agli altri per dire sì a te stesso senza accettare inviti che non interessano. Morale: essere strategici con la propria disponibilità.

4️⃣ Riordina la mente puntando al minimalismo, liberandoti del superfluo e lasciando andare le zavorre.

5️⃣ Gioca di più. L'atto del gioco spensierato lascia vagare la mente e permette di attivarla in modi nuovi e a volte innovativi.

➡️ Ecco l'articolo: https://www.entrepreneur.com/article/314189

--------------------

Debora Montoli 🏖
@DeboraAV ✏️

--------------------

#AppuntidEstate
Ecco un test forse un po' sintetico, ma che aiuta a calcolare quanto si è vicini o lontani dal burnout. Bisogna essere sinceri, considerare l'attuale situazione lavorativa e rispondere in relazione a quanto provato negli ultimi 30 giorni.
https://azimuthpsych.com/burnout-calculator

--------------------
Integro il post di oggi condividendo una riflessione molto importante che ho ricevuto da Michele Casiero, docente di filosofia:

"Resto convinto che, tra le cause del burnout, ci siano anche molestie e mobbing."

È proprio vero e non se ne parla mai abbastanza. Se vuoi approfondire questi temi, Michele consiglia la lettura di "Molestie morali" di Marie-France Hirigoyen.
[UN MERCOLEDÌ DA IMPRENDITORI: con Luca Micheli]

Ecco la nota vocale di Luca Micheli, CEO di Customerly da tre anni.

A 22 anni, quasi per gioco, realizza l'app Quiz Patente che ha rivoluzionato il mondo delle autoscuole ed è riuscito a portare il progetto da zero a 7 milioni di clienti in 7 anni senza investire un euro.

Ha studiato da autodidatta vincendo due borse di studio in tema startup, una a Milano e una a San Francisco. Esperienze che gli hanno dato le conoscenze necessarie per creare dei business.

Oggi non ha nemmeno 30 anni, si è trasferito a Dublino per lanciare e seguire Customerly che aiuta migliaia di aziende nel mondo a dare un supporto più adeguato e umano ai loro clienti per renderli più fedeli al brand 🙂

» https://www.customerly.io

La sua missione è quella di aiutare e ispirare almeno un miliardo di persone.

L'esperienza di Luca è significativa perché il suo team lavora solo da remoto. Ognuno di loro, infatti, si trova in posti diversi, in Europa e nel mondo.

Come se tutto questo non bastasse, è anche uno straordinario fotografo che organizza periodicamente workshop fotografici in tutto il mondo e ti consiglio di seguirlo su Instagram!

Scopri come riesce ad organizzare il suo lavoro, buon ascolto!

--------------------

Per seguire le altre interviste:
#intervisteAV

Se vuoi partecipare, scrivimi qui:
@DeboraAV

Debora Montoli 🎧

--------------------
[A SCUOLA DI PRODUTTIVITÀ CON ALBERT EINSTEIN]

Albert Einstein sapeva come lavorare duramente, ma sapeva anche quando staccare. Ha dimostrato un'enorme capacità di concentrazione sul lavoro per lunghi periodi.

La sua vita e il suo approccio al lavoro danno molte lezioni su come essere più produttivi come riportato da Bryan Collins nel suo articolo.

"Keep in mind that besides the eight hours of work, each day also has eight hours for fooling around, and then there’s also Sunday."

🌕 Può esserti utile tenere sotto controllo dove va il tuo tempo e come lo suddividi.

“No telephones, no responsibilities, absolute tranquility...I am lying on the shore like a crocodile, allowing myself to be roasted by the sun, never see a newspaper, and do not give a hoot about the so-called world.”

🌕 Quando si prendeva una pausa, staccava veramente. Via dal mondo e dalle aspettative degli altri.

“A new idea comes suddenly and in a rather intuitive way...but intuition is nothing but the outcome of earlier intellectual experience.”

🌕 Einstein non aspettava che le idee cadessero dal cielo, ma grazie al costante lavoro e alla pratica sapeva riconoscerne il valore quando si rivelavano nella sua mente.

"To dwell on the things that depress or anger us does not help in overcoming them. One must knock them down alone."

🌕 Ha dimostrato una forte resistenza ai dolori e alle avversità. Usava gli ostacoli per trovare altre strade.

🌕 E alla fine: anche Einstein ha avuto dei fallimenti e non era perfetto.

Ecco l'articolo: https://www.forbes.com/sites/bryancollinseurope/2018/07/12/4-timeless-productivity-lessons-from-albert-einstein/#7992ea3a1610

Qui il video di Walter Isaacson sulla creatività di Einstein (conserva il link per quando hai tempo, dura all'incirca un'ora): https://youtu.be/D9Ud_GA1wiA

--------------------

Debora Montoli 🏖
@DeboraAV ✏️

--------------------

#AppuntidEstate
Trova amici di penna direttamente dallo smartphone. Slowly è un'applicazione utile per connettersi con altre persone provenienti da ogni parte del mondo, ma con calma... una lettera alla volta. È anche un utile esercizio per scrivere in altre lingue. In pratica, una sorta di social network più lento, da vivere con calma.
https://www.getslowly.com/it/

--------------------
[LE BASI DEL METODO KANBAN #summeredition]

Obiettivo
: essere più organizzati per riuscire a visualizzare il lavoro globale concentrandosi solo sul lavoro in svolgimento senza doversi mai chiedere quale compito svolgere perché già tutto definito.

Focalizzazione + Flusso definito = Lavoro portato a termine

Il metodo Kanban si può mettere in pratica in molti modi: sulla carta, con una lavagna o con tantissimi strumenti digitali che si basano sull'uso di colonne o liste.

La base di partenza del metodo prevede di creare delle colonne divise tra:
💪 TO-DO (lavoro in attesa che deve essere fatto)
💪 DOING (lavoro in svolgimento)
💪 DONE (lavoro portato a termine)

Nella lista TO-DO inserisci le attività che dovranno essere svolte.
1. Devi essere sincero.
2. Devi inserire proprio tutto (dividi i grandi task in piccole mansioni).
In questa fase dovresti “sentirti male” per il numero di cose da fare.

L’obiettivo è quello di spostare le singole attività tra le varie colonne facendogli fare un percorso lineare mantenendo una rappresentazione visiva del flusso in ogni momento.

Quindi dal TO-DO, prendi poche attività mettendole nel DOING fino a quando potranno essere spostate nel DONE.

Nel DOING andranno spostate contemporaneamente poche attività sulle quali concentrarsi (2 o 3).

SU COSA SI BASA IL PASSAGGIO DA UNA COLONNA ALL’ALTRA?
La logica del passaggio si basa sostanzialmente su tre domande:
1️⃣ Dove sono adesso? (su cosa è necessario concentrarsi)
2️⃣ Da dove arrivo? (cosa mi ha portato alle attività attuali)
3️⃣ Dove voglio andare? (l’obiettivo da raggiungere)

Da queste basi è possibile ricavare tantissime personalizzazioni del metodo per renderlo più adatto alla propria realtà. Ecco alcuni esempi su come impostare le colonne:
1. Usa i giorni della settimana.
2. Per il settore sales: LEAD > NEW OPPORTUNITIES > PROPOSAL > NEGOTIATION > CLOSED (WON/LOST)
3. Per le risorse umane: PRIMA SELEZIONE > COLLOQUIO TELEFONICO > COLLOQUIO IN SEDE/VIA SKYPE > DA ASSUMERE > ASSUNTO
4. Per i programmatori: PLAN > DEVELOP > TEST > DEPLOY > DONE

--------------------

Debora Montoli 🏖
@DeboraAV ✏️

--------------------

#AppuntidEstate
Alcuni strumenti perfetti in stile Kanban:
trello.com
meistertask.com
kanbanflow.com

--------------------
[UN MERCOLEDÌ DA IMPRENDITORI: con Sandro Ghini]

"Ma come fanno gli altri?"
"Quali difficoltà riscontrano nel gestire il lavoro di tutti i giorni?"
"Che strumenti usano?"

Condividere esperienze per me è fondamentale e di grande aiuto per capire come migliorare il proprio modo di organizzare il lavoro, comprendere i punti di forza e i punti deboli e migliorare la gestione del tempo e delle attività da svolgere.

Ringrazio Sandro Ghini per la sua testimonianza che ripropongo oggi.

Sandro si definisce un Serial Learner, una persona che impara cose e le mette in pratica nei progetti digitali che segue.

Ha tantissime idee che riesce a realizzare in modo concreto e con risultati eccezionali. Combatte la procrastinazione, ma devo dire che ci riesce benissimo!

Ti lascio la sua nota vocale e, se vuoi saperne di più su Sandro, ecco il sito di uno dei suoi progetti: Leggere a voce alta, rendi espressiva la tua lettura.

--------------------

Per seguire le altre interviste:
#intervisteAV

Se vuoi partecipare, scrivimi qui:
@DeboraAV

Debora Montoli 🎧

--------------------
[PROCRASTINAZIONE E DINTORNI #summeredition]

Procrastinare
: "rimandare a domani", ma anche “debolezza di volontà” e “incapacità di agire” secondo la ragione.

La procrastinazione non ha niente a che fare con la pigrizia.

Secondo il professor Piers Steel, le persone entrano in un circolo vizioso di procrastinazione a causa dell'incapacità di gestire stati d'animo negativi legati a un compito.

La procrastinazione non è legata alla gestione del tempo, ma è più un modo di affrontare emozioni e stati d'animo negativi che derivano da certi compiti come noia, ansia, insicurezza, frustrazione, risentimento...

Ci mettiamo a fare altro perché il compito che stiamo evitando è noioso oppure porta insicurezza, paura del risultato o ansia.

I sentimenti negativi portano a procrastinare e la procrastinazione porta altri pensieri negativi limitando così la produttività con effetti distruttivi sulla salute. Evitiamo sentimenti negativi, ma finiamo per sentirci peggio di prima.

Un altro aspetto riguarda la concezione del futuro. Spostando un'attività più in là nel tempo è come se non fosse più nostra.

🔴 COME FARE?

Purtroppo non basta dire: "Da oggi smetto di procrastinare", ma per uscire da questa gabbia bisogna cambiare mentalità.

Se partiamo da qui: "la procrastinazione riguarda le emozioni, non l'organizzazione delle giornate o l'uso degli strumenti migliori", ecco che diventa necessario imparare a gestire le emozioni in un modo nuovo.

Dobbiamo trovare una ricompensa diversa da quella finta sensazione di benessere che ci dà il fare qualcosa di diverso da quello che dovremmo fare.

La soluzione deve essere interna e possiamo iniziare curando questi aspetti:

❤️ perdonare i momenti in cui si procrastina;
❤️ allenare una sorta di autocompassione verso sé stessi (intesa come un'apertura e un'accettazione degli avvenimenti invece di provare rimorsi o risentimenti).
❤️ essere curiosi: quando si procrastina, porre l'attenzione alle sensazioni che si provano. Da dove arrivano? Cosa sta succedendo?

In questo modo si diminuisce il disagio psicologico che alimenta la procrastinazione lasciando spazio alle emozioni positive, all'energia e alla motivazione.

❤️ Per agire, possiamo prendere una piccola parte dell'attività da svolgere concentrandoci solo sulla prossima azione senza aspettare di essere in vena per fare un determinato compito.

"La motivazione segue l'azione. Inizia e scoprirai che la tua motivazione arriverà."

Per approfondire:
https://www.nytimes.com/2019/03/25/smarter-living/why-you-procrastinate-it-has-nothing-to-do-with-self-control.html

--------------------

Debora Montoli 🏖
@DeboraAV ✏️

--------------------

#AppuntidEstate
Il Ted Talk sempre attuale di Tim Urban, scrittore, blogger e creatore del sito Wait But Why. In questo video ci aiuta a capire cosa succede nella mente di un procrastinatore perché in realtà ognuno di noi procrastina su qualcosa, ma il vero problema si presenta sulle cose che non hanno una scadenza, che non fanno svegliare nessun "mostro del panico". La procrastinazione a lungo termine è meno affrontata, ma è molto più sofferta e dà la sensazione di essere uno spettatore della propria vita.
Ecco il video: https://www.ted.com/talks/tim_urban_inside_the_mind_of_a_master_procrastinator/transcript?language=it

--------------------
This media is not supported in your browser
VIEW IN TELEGRAM
[SCRIVI EMAIL RISPARMIANDO TEMPO #summeredition]

Migliora la gestione delle risposte predefinite con Gmail Snippets.

1️⃣ Integra questo strumento in Gmail:
https://www.gmail-snippets.com/

2️⃣ Crea la tua libreria

3️⃣ Richiama i testi predefiniti nel corpo delle email con il tasto \

--------------------

Debora Montoli 🏖
@DeboraAV ✏️

--------------------

#AppuntidEstate
Ricevi ogni settimana notizie, curiosità e strumenti per lavorare con la giusta motivazione e la voglia di fare:
debora.ilnotiziariovirtuale.it

--------------------
[CI VOGLIONO 9 MESI PER FARE UN EPISODIO DEI SIMPSON #summeredition]

Possiamo ottimizzare le attività, usare gli strumenti migliori ed essere al massimo della produttività, ma quello che conta è allenare la pazienza di saper aspettare senza avere fretta e senza rinunciare.

"Un lavoro fatto bene richiede venti volte di più di quello che hai pianificato. Il meglio accade quando tutti gli altri se ne vanno. Il meglio avviene quando stai analizzando i dettagli. E il meglio succede quando capisci che creare qualcosa di super non si verifica al primo tentativo."

Condivido l'articolo di Ashley Ambirge (fondatrice e scrittrice, con uno stile singolare, del blog altrettanto singolare chiamato The Middle Finger Project) sulla realizzazione di un episodio dei Simpson.

Ricavata dal libro "Springfield Confidential: Jokes, Secrets and Outright Lies from a Lifetime Writing for The Simpsons, di Mike Reiss", questa analisi fa capire come un lavoro ben fatto possa richiedere tanto tempo.

Si parte dal lavoro di uno scrittore che prepara il primo script per poi passare alle riletture e modifiche fatte prima da un nuovo gruppo di scrittori e poi da un altro gruppo. Un unione di cervelli incredibile.

Poi gli attori leggono il copione mentre gli scrittori prendono altre note.

Dopo altre modifiche, si registrano le battute in studio, ogni riga per 5 volte.

Vengono così selezionate le migliori righe per mettere insieme un episodio e da qui si passa alla creazione degli elementi visivi.

Quando una prima versione è animata, ecco di nuovo gli scrittori che aggiustano battute, spostano, eliminano o aggiungono scene.

A questo punto, dopo essere già arrivati alla fase di animazione, un quarto dello script cambia di nuovo.

E così si riparte a creare le nuove scene con gli attori, nuove righe, animazioni... per arrivare ai controlli finali (per non parlare della musica, ecc.).

9 mesi per 20 minuti. Il risultato di pensare in modo critico e avere uno standard da perseguire.

"Brilliance isn’t born: it’s built."

Ecco l'articolo:
https://www.themiddlefingerproject.org/nine-freaking-months-thats-how-long-it-takes-to-make-one-episode-of-the-simpsons/

--------------------

Debora Montoli 🏖
@DeboraAV ✏️

--------------------

#AppuntidEstate
L'autore Brian Tracy ha usato la citazione di Mark Twain come base per il suo libro sulla produttività "Eat That Frog". Tracy sostiene che dovresti svolgere il compito più difficile come prima cosa quando inizi le giornate per combattere la procrastinazione.
"Eat a live frog first thing in the morning, and nothing worse will happen to you for the rest of the day." (Mark Twain)

--------------------
[IL METODO]
Avrai sicuramente sentito parlare del metodo GETTING THINGS DONE di David Allen (GTD o con la traduzione italiana Detto, fatto!) per fare più cose in meno tempo.
Se vuoi saperne di più, il super Andrea Ciraolo ha intervistato Jacopo Pellarin, psicologo del lavoro. Insieme hanno approfondito l'applicazione di questo metodo, dalla necessità di liberare la mente all'analisi di tutto quello che abbiamo in sospeso.
"La chiave per gestire le cose è gestire le proprie azioni."
Ecco il video da non perdere: https://youtu.be/-KutIsiyuNs

[E LA RIFLESSIONE]
Dal metodo passiamo alla pigrizia che a volte ci frena dal mettere in pratica nuove soluzioni. Ma è davvero così? La pigrizia esiste o è una scusa? Ha affrontato questo tema la giornalista Barbara Reverberi nel suo canale Telegram.
https://t.me/barbarareverberi/127

--------------------

Debora Montoli 🏖
@DeboraAV ✏️

--------------------
[UN MERCOLEDÌ DA IMPRENDITORI: con Elisa Colleoni]

Ho avuto il piacere di conoscere Elisa la scorsa estate, prima su Facebook e poi di persona.

È una ragazza piena di talento, ma se dovessi scegliere una parola la descriverei come l'Artista.
Si vede proprio che ama quello che fa ed è un piacere ascoltarla perché mi racconta sempre storie stupende su personaggi legati al mondo dell'arte, del canto e del teatro.

Lei è una Communication Strategist ed è l'ideatrice di Dialogico, un progetto che si rivolge ad imprenditori e professionisti che vogliano migliorare le proprie capacità e qualità comunicative, per lavoro o per esigenze personali. È anche un'attrice, formatrice teatrale, docente di storia del teatro, studentessa di canto lirico e filosofia e mette a disposizione dei suoi allievi la propria esperienza e passione per il mondo della parola.

Trovi Dialogico su Facebook e qui sotto puoi ascoltare la nota vocale in cui Elisa racconta il suo modo di organizzarsi e gli strumenti che usa!

--------------------

Per seguire le altre interviste:
#intervisteAV

Debora Montoli 🎧
@DeboraAV

--------------------