Il piano per assassinare il protettore di Boemia e Moravia e capo dell’Ufficio Centrale per la Sicurezza del Reich (RSHA) Reinhard Heydrich, fu un evento minore della Seconda Guerra Mondiale.

Ma è rivelatorio di come l’arroganza dell’invasore possa essere affetta da miopia e come il coraggio di pochi nel difendere il proprio paese sia cruciale nei duri momenti dell’occupazione.

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/operazione-anthropoid-miopia-coraggio-e-resistenza/
Un sistema autoritario che basa la propria piramide di potere su clientelismo e corruzione per mantenere coesione interna tra le élite, che trova risorse attraverso un capitalismo estrattivo con poche prospettive di sviluppo economico sostenibile già nel medio periodo, e che si mantiene in controllo del paese anche grazie a un crescente controllo dello spazio informativo e reprimendo ogni forma di opposizione, non rappresenta né un’ideologia alternativa né un modello di successo che susciti invidia o desiderio di emulazione dall’esterno, in nessuno dei continenti del pianeta.

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/quattro-domande-a-giorgio-comai/
All’indomani della sparatoria a Uvalde, Texas, si infiamma in America il dibattito sulla regolamentazione delle armi da fuoco.

Il paese è politicamente diviso: alle richieste di limitare l’accesso alle armi d’assalto dei Dems si contrappone l’opposizione Repubblicana di matrice libertaria al grido di “Guns don’t kill people. People kill people.”

E sebbene posizioni simili siano minoritarie nel Paese, le prospettive di effettive riforme legislative sembrano essere limitate.

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/filibuster-storia-e-prospettive-di-riforma/
L’obiettivo della giustizia “giusta” esiste ed è lo stesso che volevano perseguire i Padri costituenti quando scrissero e votarono la Costituzione. Negli ultimi anni gli scandali giudiziari che hanno visto coinvolti PM o giudici sono di gran lunga aumentati facendo percepire a tanti il fenomeno della mala-giustizia. Ma a fronte di una persistente discussione mediatica, tra operatori e tra politici, “la riforma della giustizia” non è mai stato “Il tema”.

E quindi sembrerebbe abbastanza assurdo che si intervenga per via referendaria su parti tecniche, andando a sostituire il potere legislativo in capo alle Camere.

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/giustizia-giusta-nobile-intento-naufragato-referendum-dubbi-criticita/
I cinque SÌ consentono il superamento di uno status quo che ha legittimato troppe storture e istituito automatismi deleteri per lo stato di diritto. 

Con il SÌ al referendum sulla legge Severino, il cittadino sceglie di abrogare le disposizioni, discusse e controverse, della legge approvata sotto il famoso governo Monti dieci anni fa.

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/giustizia-giusta-un-cambiamento-atteso-da-decenni/
Lo scorso aprile il Governo del Regno Unito ha presentato un piano per “esternalizzare” i richiedenti asilo spedendoli in Ruanda.

Perché la decisione mette in pericolo la comunità LGBTQI+? E perché l’Italia non ha granché da insegnare?

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/il-regno-unito-mette-a-rischio-la-vita-dei-rifugiati-lgbtqi-litalia-lo-fa-gia-dal-2019/
Oggi, domenica 12 giugno, si votano i referendum sulla giustizia promossi da Lega e Partito Radicale. Nonostante le probabili difficoltà nel raggiungere il quorum e la scarsa copertura informativa degli ultimi mesi in merito alle tematiche oggetto dei quesiti, noi di AlterThink ci siamo già occupati dei referendum giustizia tramite un articolo a favore e uno, invece, con le ragioni dei contrari.

Desideriamo infine accompagnarvi al voto con una breve intervista doppia ad un esponente dei favorevoli, Arcangelo Macedonio, coordinatore di Più Europa e Radicali Bologna, e uno dei contrari, il Professore e magistrato Domenico Gallo, presidente del comitato per il NO.

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/referendum-giustizia-lintervista-doppia/
La settimana appena trascorsa ha visto lo svolgersi di una delle manifestazioni pubbliche più celebri e partecipate di Israele: l’annuale parata del Pride di Tel Aviv, che ha chiamato a raccolta oltre 170.000 persone da tutto il Paese per le strade di quella che è la sua città più vivace e dinamica.
Tel Aviv, d’altronde, è la celebrazione della diversità come ricchezza e ne ha fatto un suo tratto caratteristico in tutte le sue espressioni.

Lontana dall’ispirazione spirituale e messianica della capitale, Gerusalemme, Tel Aviv è il trionfo della laicità e della cultura liberal dello Stato di Israele e ospita ormai da anni uno dei Pride più celebri e partecipati del mondo.

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/la-stella-di-david-e-larcobaleno-israele-e-la-comunita-lgbt/
Finché le persone non saranno libere di essere chi sono, vivere a pieno e amare chi vogliono senza rischiare la vita, doversi nascondere o fingersi diverse, il Pride avrà senso di esistere.

E se anche fosse una “carnevalata”, come sostengono tanti detrattori, non ci sarebbe nulla di strano: ogni giorno siamo circondati da maschere, attori bravissimi a ingannare sé stessi e gli altri perché incapaci di amarsi e di accettarsi, o per pura e semplice convenienza.

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/il-pride-nasce-per-essere-sopra-le-righe-e-cosi-deve-restare/
“C’era una volta l’Italia, il Paese del moralismo”.

Se la vita fosse una di quelle moralistiche e gustose fiabe che ci raccontavano da piccoli inizierebbe sicuramente così. Perché qui il moralismo è un atteggiamento, uno stile di vita e, addirittura, l’arma politica primaria di tutti i rappresentanti, o aspiranti tali, del popolo.

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/cera-una-volta-litalia-il-paese-del-moralismo/
Ci si potrebbe chiedere se l’eutanasia e il suicidio assistito siano veramente necessari.

Quali potrebbero essere allora i motivi per preferire l’eutanasia o il SA?

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/sospensione-dei-trattamenti-e-sedazione-profonda-lultima-scelta-per-il-fine-vita/
Compreso tra il centro di Lublino e la periferia della città, il campo di sterminio di Majdanek potrebbe ingannare chiunque, eccetto chi ha memoria.

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/imparare-al-campo-di-sterminio-di-majdanek-lublino/
Secondo i dati Eurostat l’inflazione nell’area euro a giugno ha raggiunto quota 8,6%.

La Banca Centrale Europea ha scelto di aumentare i tassi di interesse per la prima volta dal 2011: quali sono i rischi di una stretta monetaria precoce?

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/le-scelte-della-bce-tra-inflazione-e-rischio-recessione/
L’omicidio di Abe Shinzō, ex Primo Ministro del Giappone, ha sconvolto la popolazione e la comunità internazionale.

Personaggio divisivo e illuminante, è stato il politico più influente del Giappone degli ultimi decenni.

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/abe-shinzo-ritratto-uomo-simbolo-politica-giapponese/
Ogni anno si alzano voci critiche nei confronti delle prove Invalsi: riflettono una visione del mondo anacronistica, sono infondate e riconducibili a quella postura intellettuale che contribuisce attivamente al declino italiano.

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/i-risultati-delle-prove-invalsi-sono-un-po-bruttini/
Gli Uber Files sono una serie di documenti interni a Uber, trapelati e pubblicati dalla testata britannica The Guardian, in collaborazione con la rete di giornalismo investigativo ICIJ.

I documenti coprono il periodo che va dal 2013 al 2017, ovvero quello di massima espansione dell’azienda nel mondo, rivelando le sue spietate e talvolta illecite strategie per conquistare nuovi mercati con il proprio prodotto.

Ecco alcune delle pratiche adottate dalla gestione di Kalanick (e talvolta dal CEO stesso) emerse grazie agli Uber Papers.

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/cosa-e-successo-a-uber/
Ai mercati finanziari non sono piaciute le dimissioni di Mario Draghi.

Nella giornata di giovedì 14 luglio lo spread ha raggiunto quota 230. L’indice Ftse Mib ha chiuso con un -3,44%, a causa dell’aumento del rendimento del Btp che penalizza Unicredit e Intesa. Cosa rischia l’Italia se cade il governo, tra sfide economiche e geopolitiche. 

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/dimissioni-draghi-spread-in-rialzo-e-possibili-ricadute-economiche-e-internazionali/
In ogni schieramento c’è confusione su almeno un aspetto del grande tema che è l’ambiente: i 5 Stelle e la sinistra sono contro ogni tipo di grande opera (anche grandi impianti rinnovabili e termovalorizzatori che risolverebbero il problema dei rifiuti), il centrosinistra è prigioniero dei veti incrociati e di un approccio troppo moderato sul tema, il centro vuole continuare con la timida “Agenda Draghi” (che di fatto non esiste) e parlare solo di energia, mentre il centrodestra non è nemmeno compatto nel dire che il cambiamento climatico esiste ed è una minaccia.

Eppure basterebbe vedere gli altri governi europei, che nonostante i diversi schieramenti hanno quasi tutti messo al primo posto l’emergenza climatica e la transizione ecologica: basti pensare al dimissionario Boris Johnson in Regno Unito o a Macron in Francia.

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/ambiente-un-brutto-clima/
Alla fine, il tanto agognato matrimonio tra PD e la federazione Azione-Più Europa si celebrerà.

Ieri l’accordo è stato siglato da Letta e Calenda, oggi, probabilmente, arriverà quello con i Verdi e Sinistra Italiana, la federazione no-Nato e no-scienza. In settimana anche PSI, Demos e Articolo 1 avevano annunciato l’adesione al centrosinistra. Nello stesso schieramento sono nati Impegno Civico di Di Maio e Tabacci, Lista civica nazionale di Falasca e Pizzarotti e Ambiente 2050 di Crippa e D’Incà.

Alla fine, il rassemblement “per sconfiggere le destre” si fa, restano fuori per motivi opposti Movimento 5 Stelle e Italia Viva.

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/liberal-ciaone-ecco-perche-calenda-guarda-il-dito-e-non-la-luna/
In un contesto geopolitico in continuo mutamento, segnatamente nel continente asiatico, il Giappone è chiamato ad affrontare sfide crescenti, in particolare quella di contrastare l’ascesa cinese che, negli ultimi decenni, è parsa inarrestabile.

Il paese del Sol Levante ridefinisce la strategia attorno ai concetti di Indo-Pacifico e autodifesa collettiva

Leggi di più 👉🏻 https://alterthink.it/giappone-autodifesa-collettiva-indo-pacifico/