Certificati e Derivati
4.03K subscribers
2.62K photos
1 video
57 files
491 links
Società leader nell’informazione specializzata sul mercato dei Certificati in Italia. Un punto di riferimento, totalmente indipendente, per permettere ad operatori del settore e investitori privati di sfruttare al massimo il potenziale dei Certificati.
Download Telegram
to view and join the conversation
Nel Certificate Journal #694 abbiamo parlato dei "Top e Flop" della settimana.
OPPORTUNITA' SUL SECONDARIO: LE NOVITA' FIRMATE NATIXIS
Fase incerta per i mercati azionari con sullo sfondo lo spettro dell’inflazione. In questo clima di incertezza Luca Pini, responsabile per l’Italia della banca transalpina e Pierpaolo Scandurra, presenteranno le ultime novità targate Natixis nel campo dei certificati per difendersi da un eventuale ritorno della volatilità.
Oggi ore 17.30 https://attendee.gotowebinar.com/rt/5870828456883537164
MAXI CEDOLE MENSILI, DAL 4X4 AL 4X3 Nelle ultime settimane ci siamo occupati di un Phoenix Memory con maxi cedole mensili del 4% legate al settore turistico ( XS1575033839) , che proprio grazie al meccanismo di maxi premi del 4% al mese per i primi 4 mesi quota oggi 1043 euro nonostante il ribasso del 10% dei titoli Lufthansa e AirBNB ( data di rilevamento per la prima cedola 22 aprile). Oggi vediamo un certificato con struttura similare, emesso da Unicredit con codice ISIN DE000HV4LWU6 che replica la struttura di maxi cedole mensili del 4%. In questo caso le maxi cedole sono 3 ma sono incondizionate e le successive sono dell'1,8% a trimestre con trigger cedola al 60% ma senza memoria. Trigger decrescente per il rimborso anticipato da dicembre 2021 e titoli del basket molto meno volatili, ossia STM, Intesa e Repsol. Il 22 aprile sarà data di pagamento della prima cedola del 4% ma trattandosi di un premio senza condizioni, l'ultima data utile per l'acquisto sarà lunedi 19.
Due dei tre titoli positivi dall'emissione e uno appena sotto e prezzo lettera 102,5 euro, proprio per effetto dei primi maxi premi incondizionati. Osservando l'analisi di scenario si apprezza il contributo dei 12 punti senza condizioni, con una perdita del 40,76% a fronte del 50% ipoteticamente perso dal sottostante peggiore. Rendimento del 28,46% incassando tutte le cedole , per un 9,5% annuo.
Ecco gli appuntamenti delle prossime settimane da non perdere! Inoltre ricordiamo l'uscita del Certificate Journal #695 disponibile sul sito www.certificatejournal.it
STACCANO I DIVIDENDI 6 TITOLI A PIAZZA AFFARI. PER STELLANTIS C'E' RETTIFICA DEGLI STRIKE DEI CERTIFICATI Ancora un'operazione straordinaria per gli azionisti Stellantis in questo 2021, dopo i dividendi straordinari di gennaio e marzo ( FCA e Faurecia) e la fusione con PSA. Questa volta è un dividendo straordinario di 1 miliardo di euro che è stato staccato dai prezzi di apertura odierni, per un fattore di rettifica pari a 0,97903289 che è stato applicato ai certificati secondo le modalità previste dai vari emittenti. Nel database di Certificati e Derivati sono efficaci a partire da oggi le rettifiche. Dividendi ordinari invece per altre 5 società : Unicredit ( 0,12 euro) in rialzo dell'1,15% lo recupera quasi interamente, **Ferrari ( 0,867 euro) a +0.66% lo recupera interamente, Banco BPM ( 0,06 euro) in rialzo dell'1,73% lo recupera quasi interamente , CNH ( 0,11 euro) affonda del 3,82% oltre al dividendo e Campari ( 0,05 euro) in rialzo dell'1% lo recupera interamente.
Nel nuovo Certificate Journal #695, disponibile sul sito www.certificatejournal.it, vediamo il Certificato della settimana. Un Memory Cash Collect targato BNP Paribas.
WSI2104_SCANDURRA_IC (1).PDF
201.7 KB
Approfondimento sui certificati del numero di aprile di WSI
DA DOMANI EX-DATE DE000HV4LWU6. OGGI ULTIMO GIORNO UTILE PER CEDOLA 4%
Le trimestrali in America della settimana 19-24 aprile
PROBLEMI TECNICI AI SISTEMI DI CONTRIBUZIONE. OLTRE 500 CERTIFICATI SENZA MARKET MAKER Da Leonteq a Credit Suisse passando per Citigroup e Morgan Stanley, sono oltre 500 i certificati che quotano da oltre 30 minuti senza market maker. Si ricorda che in assenza di market maker, i certificati quotati sul Sedex sono congelati e non possono pertanto essere scambiati, diversamente da quanto accade per quelli quotati su EuroTLX, per i quali si invita a prestare attenzione all'inserimento degli ordini
Il CERTIFICATO DELLA SETTIMANA è un appuntamento settimanale per i clienti Premium, nel quale il nostro Ufficio Studi elabora la valutazione approfondita di un certificato di recente emissione.
Settimana scorsa è stato presentato il Cash Collect Memory DE000VQ6EBL8.
In allegato è presente la scheda prodotto caratterizzata dal "Rating Cedlab": un giudizio che va da una a cinque stelle attribuito alle sei principali caratteristiche di un certificato
- Emittente è il rating attribuito alla solvibilità della società emittente
- Protezione è il rating attribuito al posizionamento delle barriere capitali
- Rendimento è il rating attribuito al rimborso teorico a scadenza
- Correlazione è il rating attribuito alla correlazione fra i titoli appartenenti al basket (maggiore è tale coefficiente, minore è il rischio connesso all'andamento del titolo worst of)
- Volatilità è il rating attribuito alla volatilità implicita media del basket
- Bid-Ask Spread è un giudizio sulla modalità di quotazione del market maker
RISOLTI I PROBLEMI TECNICI, I CERTIFICATI TORNANO AGLI SCAMBI DOPO OLTRE UN'ORA E 10 MINUTI
AIR FRANCE-KLM , SALE AL 29% IL GOVERNO FRANCESE CON ULTIMO ADC L'Aumento di Capitale Air France-KLM si è rapidamente concluso con una raccolta di 1,04 miliardi di euro e senza scossoni sul titolo, che ha chiuso la giornata odierna a 5,04 euro. Il governo francese ha cosi rafforzato la sua partecipazione salendo al 28,6% del capitale, oltre un terzo della quota detenuta dalla China Eastern Airlines , secondo maggiore azionista con il 9,6% e dello stato olandese che a questo punto risulta terzo azionista con il 9,3%. Prima dell'AdC , Francia e Olanda detenevano circa il 14% ciascuno ma il governo dei Paesi Bassi non ha aderito al piano di ricapitalizzazione, riservandosi di convertire il debito in azioni in un secondo momento.