Bacheca TB ELECTRIC
71 subscribers
57 photos
12 videos
46 links
NOVITÀ dal mondo elettrico e UTILI CONSIGLI per la CURA dell'impianto elettrico della propria CASA (ufficio, negozio ecc).
Ecco cosa troverete in questo canale con decorrenza di pubblicazione una volta ogni 1/2 settimane. Per comunicazioni @TB_Electric
Download Telegram
to view and join the conversation
This media is not supported in your browser
VIEW IN TELEGRAM
Il vostro salvavita è ormai vecchiotto?
Richiedetemi la sostituzione..ne installerò uno con le seguenti caratteristiche
Potenza 16A, p.i. 4500, sensibilità 30mA, marca Hager.

Il costo per la fornitura ed installazione in Torino e prima cintura è di € 120,00 i.e.

Ma con la Fidelity Card potrete richiederlo con uno sconto del 30% raccogliendo 7 👍 punti e l'installazione vi costerà solo 85 euro i.e.

Contattatemi oppure scrivetemi su:
📱Telegram: https://t.me/TB_Electric
O su
📱WhatsApp: https://wa.me/393336708080

Sarete ricontattati...a presto 👋😊
This media is not supported in your browser
VIEW IN TELEGRAM
A causa del covid-19, vorreste pagare a distanza con il vostro smartphone?

Qual'è il problema?

Scaricate l'app di SATISPAY, abbinatela al vostro numero di cellulare e al vostro conto corrente (o ad un'altra carta), come ho fatto io...ma voi utilizzate questo link....

https://www.satispay.com/promo/ANTONIOBRUNO18

... riceverete un bonus di 5€

Pagare sarà veloce e sicuro, collegandovi al mio contatto di Satispay (3336708080)

In alternativa anche con un account POSTEPAY potrete pagare la vostra richiesta di intervento conclusa!

A presto! 👋😊
This media is not supported in your browser
VIEW IN TELEGRAM
This media is not supported in your browser
VIEW IN TELEGRAM
COS'È UN IMPIANTO A LIVELLI e QUALI SONO I VANTAGGI

💡 L’ampliamento della norma CEI 64-8 sugli impianti elettrici ad uso domestico è pensato per rispettare al meglio le esigenze della casa e di chi la vive.

👉 Si sceglie tra un livello base che prevede un numero minimo di punti prese e luce (LIVELLO 1); un livello standard per aumentare la protezione della casa con videocitofono e sistema anti-intrusione (LIVELLO 2); un livello domotico che prevede un aumento del comfort grazie all’integrazione di funzionalità come la gestione in remoto, la gestione scenari e il controllo carichi per un maggiore risparmio (LIVELLO 3). Tutto questo per migliorare il comfort e la sicurezza della casa, aumentando allo stesso tempo il valore dell’immobile.

👍 Scegliere un impianto a livelli costituisce un investimento necessario per chi intende migliorare radicalmente la qualità della vita domestica. I tre livelli moltiplicano le comodità all’interno di una casa che, al massimo dell’intervento, verrà classificata come domotica, intelligente e incredibilmente all’avanguardia.
L’investimento garantisce un concreto risparmio, un’autentica sicurezza finale e un rispetto dell’ambiente senza prezzo.




1️⃣ L’OPZIONE ESSENZIALE.

Il LIVELLO 1 è progettato per un utilizzo basilare dell’impianto elettrico, capace di garantire un buon livello di sicurezza ed efficienza. Prevede un numero minimo di punti-prese e punti-luce, circuiti in funzione della metratura dell’appartamento e almeno due interruttori differenziali. Installare in casa un impianto elettrico di LIVELLO 1 vuol dire preservare l’abitazione dal rischio di incidenti domestici dovuti al malfunzionamento dell’impianto, ma anche garantire un’erogazione di energia costante e quindi un’ottimizzazione del ciclo di vita.



2️⃣ PER CHI SCEGLIE PIÙ PROTEZIONE.

Gli interventi di LIVELLO 2 prevedono un sistema di controllo carichi per ridurre gli sprechi energetici e ottimizzare l’utilizzo dell’energia elettrica. Soprattutto, prevedono l’installazione di videocitofoni e sistemi anti-intrusione per preservare la casa da minacce esterne. Si tratta di dotazioni obbligatorie che, oltre ad aumentare i punti prese, punti luce e interruttori differenziali, permettono alla casa di essere più attenta ai consumi e decisamente più sicura.



3️⃣ PER CHI DESIDERA UNA CASA AL TOP DELL’EFFICIENZA E DEL COMFORT.

Gli impianti di LIVELLO 3 sono progettati per chi ritiene la tecnologia domotica una componente fondamentale per ottimizzare la vita domestica ed ottenere un considerevole risparmio energetico. L’impianto elettrico si trasforma in un vero e proprio sistema domotico con l’inserimento di almeno quattro funzioni, ad esempio: anti-intrusione, controllo carichi, gestione comando luci, gestione temperatura, gestione scenari, controllo remoto, sistema diffusione sonora, rilevazione incendio, sistema anti-allagamento e/o rilevazione gas.




Per ulteriori informazioni contattatemi oppure scrivetemi su:
📱Telegram: https://t.me/TB_Electric
O su
📱WhatsApp: https://wa.me/393336708080

Sarete ricontattati...a presto 👋😊
IMPIANTO ELETTRICO: CONTROLLI PERIODICI e NORMATIVE

Ogni giorno ci giungono notizie di disastri, incidenti: per questo la sicurezza deve essere un elemento a cui porre una particolare attenzione. Soprattutto quando parliamo di impianto elettrico, il quale non solo deve essere certificato quando viene eseguito o ristrutturato, ma andrebbe controllato periodicamente con delle verifiche, per evitare danni strutturali con delle brutte conseguenze.


COSA SI INTENDE per VERIFICA DELL’IMPIANTO ELETTRICO?

Innanzitutto, la verifica non va confusa con il collaudo o l’omologazione. Il collaudo deve controllare che ci sia una reale corrispondenza tra il progetto e l’impianto installato, l’omologazione invece è la procedura attraverso la quale un Ente proposto certifica la conformità con le norme e leggi in vigore.


COS’È la VERIFICA DELL’IMPIANTO ELETTRICO?

È un insieme di operazioni che appurano che l’impianto elettrico sia rispettoso delle norme di sicurezza e delle leggi in vigore (come spiega la norma CEI 64-8/6).
Dopo le verifiche iniziali è fondamentale monitorare l’impianto con verifiche periodiche.
La frequenza di queste verifiche è piuttosto variabile: bisogna considerare il tipo di impianto e dei componenti, il suo uso e funzionamento, la frequenza e la qualità della manutenzione.
L'intervallo tra due verifiche può essere di alcuni anni, in genere 5, ma anche 10 a seconda delle strutture.
La frequenza della verifica diventa necessaria per legge ogni 2 anni in alcuni casi in cui esiste un rischio maggiore: nei luoghi con rischio di degrado, incendio o esplosione, nei luoghi in cui coesistano impianti di alta tensione e bassa tensione, nei cantieri e nei locali medici.


RISCHI e SANZIONI CONNESSI a UN IMPIANTO ELETTRICO NON A NORMA

...si rimanda la conclusione del post, già programmato per lunedi prossimo 👋😊
RISCHI e SANZIONI CONNESSI a UN IMPIANTO ELETTRICO NON A NORMA.

Con un impianto elettrico non a norma si rischiano delle sanzioni. Che sia un’abitazione nuova oppure una vecchia, la predisposizione deve essere efficiente.
L'impianto elettrico è un sistema che porta l’energia a un’abitazione e deve rispettare la normativa di legge, per garantire la sicurezza delle persone.
Non è un caso che una delle prime leggi a entrare in vigore è la 46/1990 che ha regolato l’installazione di impianti a norma.
Un impianto non a norma non è solo pericoloso per chi vive o lavora in un’abitazione, ma anche perché ci sono maggiori consumi e quindi problemi legati alle tasse. Per questo bisogna rivolgersi a un professionista che possa aiutarvi a fare l’adeguamento.
È necessario un certificato di dichiarazione di conformità che viene rilasciato proprio dagli esperti del settore (elettricisti, ditte specializzate ecc.) e dotare l’impianto di un salvavita e non solo.
N.B.: Per essere a norma, occorre anche un’adeguata manutenzione.


DENUNCIA di UN IMPIANTO ELETTRICO NON A NORMA

Se si prende in affitto un appartamento, e solo dopo ci si accorge che l’impianto non è a norma – manca ad esempio la certificazione del tecnico – si può denunciare la situazione, richiedendo il rifacimento dell’impianto o l’adeguamento alla normativa vigente.
Le perizie sono documenti importanti sia nel caso in cui ci siano dei contenziosi sia in cui si abbia la necessità di stabilire lo stato d’integrità e il valore tecnico-economico dell’impianto.
Per questo nelle trattative di compravendita è necessario avvalersi di un esperto del settore. In caso di contenziosi, è necessario stabilire e dimostrare se la conformità è rispettata.


MANCATA CONSEGNA di DICHIARAZIONE.

In base all’articolo 7 del DM 37/2008, l’installatore deve rilasciare al committente – al termine dei lavori – la conformità dell’impianto elettrico. E se ciò non si dovesse verificare? La mancata dichiarazione di conformità, oltre a determinare responsabilità contrattuali dell’installatore, ci sono anche sanzioni amministrative.

Un impianto elettrico a norma, insomma, deve essere realizzato secondo la direttiva dell’Unione Europea, inoltre i prodotti installati devono avere i marchi CE o CEI.


Grazie per l'attenzione 👋😊
FERMATEVI ‼️ 😀

State andando in vacanza e lasciate incustodito l'impianto elettrico?!
Portatelo con voi nel vostro smartphone!

Mai più, senza corrente in casa e senza più il rischio che si butti via il contenuto del frigo o che non funzioni correttamente l'antifurto o altro!

Installate il salvavita connesso: potrete gestirlo dal vostro smartphone.. inserirlo, disinserirlo ed essere sicuri che non ci siano guasti permanenti. In caso di blackout sarete avvisati in tempo reale!

Provatelo subito, questi sono i prezzi...

Fornitura e sostituzione del salvavita connesso della:

- BTicino, 16/20A (6 moduli) € 360,00 i.e. (anziché 410 i.e.)

- Gewiss, 16/20A (4 moduli) € 390,00 i.e. (anziché 440 i.e.)


AFFRETTATEVI !!! l'offerta dura solo fino a fine Luglio 2020!


Contattatemi oppure scrivetemi su:
📱Telegram: https://t.me/TB_Electric
O su
📱WhatsApp: https://wa.me/393336708080

Sarete ricontattati...a presto 👋😊
🤔La vostra tapparella in legno è talmente vecchia che avete difficoltà ad aprirla o chiuderla? Il legno marcendo si gonfia, si deforma, e la vernice si sfalda creando attriti nelle due guide laterali o addirittura blocchi nel cassonetto.

💡Occorre sostituirla con una più leggera e più robusta che duri di più nel tempo... scegliendo l'alluminio coibentato.

📌La fornitura e sostituzione che ho eseguito per questa tapparella (cm L 73, H 165), ha avuto un costo di euro 250,00 i.e. (in Torino)

Richiedete, con un costo personalizzato, la sostituzione con competenza, qualità e garanzia, contattandomi o scrivendomi su:
📱Telegram: https://t.me/TB_Electric
O su
📱WhatsApp: https://wa.me/393336708080

Sarete ricontattati...a presto 👋😊

N.B.: Richiedete la mia FIDELITY CARD!
Se al momento del pagamento, presentate la card completa di 4👍, il costo che verrà pattuito, verrà scontato di 20 euro.
In occasione della CHIUSURA ESTIVA, non sarò operativo dal 17 al 30 AGOSTO. Sarò comunque reperibile per eventuali urgenze.

N.B.: Per non rimanere al buio in quei giorni, causa chiusura fornitori, vi ripropongo la consegna gratuita nei condomini (o a domicilio) di alcuni tipi di lampadine, come avevo già fatto tempo fa, qui, in bacheca...

Per i punti 2 e 3.... https://t.me/s/Bacheca_TB_ELECTRIC/64

Per i punti 5, 6 e 7.... https://t.me/s/Bacheca_TB_ELECTRIC/72


Richiedete la fornitura, contattandomi o scrivendomi su:
📱Telegram: https://t.me/TB_Electric
O su
📱WhatsApp: https://wa.me/393336708080

...BUONE VACANZE 👋😊
Vi è mai capitato di dover riattivare la corrente che all’improvviso è venuta a mancare? Oppure di rientrare in casa dopo una vacanza e trovare il frigorifero scongelato?

Spesso la causa non è un guasto nell’impianto, bensì un fulmine o uno sbalzo di tensione che fa sganciare il “SALVAVITA” (differenziale).

La riattivazione del salvavita è un’operazione semplice, del tutto manuale. In caso di assenza prolungata o in caso di abitazioni non utilizzate spesso, l’intervento inopportuno del differenziale può provocare lunghe sospensioni dell’energia, con gravi e imprevedibili danni.

I differenziali sono soggetti a lunghi periodi di inattività che ne compromettono la capacità di reazione in caso di necessità. Per questa ragione il funzionamento del differenziale dovrebbe essere regolarmente testato, ma nella maggioranza dei casi il test non viene eseguito (esistono dispositivi che verificano le condizioni dell’impianto e riarmano il classico salvavita in assoluta sicurezza).

Un buon quadro elettrico, cuore e cervello dell'impianto, deve essere efficiente per salvaguardare voi e gli utilizzatori della vostra casa.

Un quadro di tipo base ed efficiente senza volere il top, deve essere munito almeno di:
- Un interruttore generale che in caso di necessità o emergenza tolga corrente a tutto l'impianto con un solo movimento,
- due o più salvavita per suddividere l'impianto a zone per non rimanere completamente al buio in caso di guasti,
- a valle di ogni salvavita almeno due interruttori per dividere le luci dalle prese per un'ulteriore selettività dell'impianto,
- ed infine un salvavita di classe A per proteggere tutti i vostri elettrodomestici e apparecchiature elettroniche.

Ecco alcuni esempi....