Alice Salvatore ilBuonsenso
163 members
34 photos
1 video
3 files
274 links
Questo canale per seguire le nostra attività
Download Telegram
to view and join the conversation
COMUNICATO STAMPA CS- SALVATORE, DE FERRARI (ILBUONSENSO) -Restitution day del Buonsenso. Proteggiamo chi ci protegge

18 settembre - Gesti concreti, aiuti reali e tangibili. È questa la cifra distintiva del Buonsenso. Ragione per la quale vogliamo proteggere chi ci protegge, ogni giorno, per la strada e negli ospedali. Perché è ciò che le istituzioni dovrebbero fare: proteggere tutti i cittadini. E noi al momento non ci sentiamo protetti da queste istituzioni, per questo ci candidiamo, per sostituirci a loro e far funzionare finalmente le cose. Abbiamo ascoltato tante persone, enti, associazioni e sindacati e abbiamo deciso di colmare una grave lacuna. Non è neppure previsto che le forze dell’ordine abbiano in dotazione i guanti anti taglio, utili per proteggersi dalle aggressioni con armi da taglio e siringhe, sono completamente indifesi: abbiamo quindi deciso di acquistare questo strumento per i 500 agenti di polizia delle volanti della Liguria. Allo stesso modo abbiamo acquistato 9 mila visiere anti contagio per proteggere e tutelare gli operatori sanitari liguri a cui non sempre vengono forniti i necessari dispositivi di protezione. Bisognava fare qualcosa. Lo abbiamo fatto. Abbiamo deciso di dare anche un aiuto ai più fragili: i bambini. E lo abbiamo fatto aiutando le associazioni che portano un sorriso, che aiutano e rallegrano i bambini del Gaslini che combattono contro malattie terribili. Abbiamo deciso di donare 10 mila euro all’associazione “La Band degli Orsi” e altri 10 mila euro all’associazione “I Paggiassi”.

Perché come sosteneva Patch Adams: “La salute si basa sulla felicità: dall’abbracciarsi e fare il pagliaccio, al trovare la gioia nella famiglia e negli amici, la soddisfazione nel lavoro e l’estasi nella natura delle arti”, ma da ambientalisti e animalisti convinti aggiungiamo anche dall’estasi che si trova nella “natura in sé” e con ilBuonsenso vi dico anche dalla gioia di mantenere sempre la coscienza pulita.

Ecco a chi abbiamo destinato parte dei nostri stipendi. I 77 mila euro che abbiamo accantonato decurtando il nostro stipendio dell’ultimo anno sono stati utilizzati per:
• acquistare 500 guanti anti taglio per gli agenti di Polizia delle volanti di tutta la Liguria
• acquistare 9000 visiere anti contagio per gli operatori sanitari liguri
• 10.000€ sono stati donati all’associazione La Band degli Orsi
• 10.000€ sono stati donati all'associazione i Paggiassi

Entrambe le associazioni rallegrano e confortano i bambini malati all'Ospedale Gaslini. Per noi fare queste donazioni è stato un momento di gioia, per far diventare concreto il nostro amore per tutti i liguri. È dovere della politica, delle istituzioni, prendersi cura dei cittadini. E noi del Buonsenso, come sempre, manteniamo le promesse. Alice Salvatore e Marco De Ferrari
È stata davvero una bella intervista, con il tempo per spiegare il programma del Buonsenso 😊
COMUNICATO STAMPA CS-ALICE SALVATORE (ILBUONSENSO) - Elezioni Regionali. ilBuonsenso continua con migliaia di consensi

23 settembre - La coerenza ha portato alla nascita del Buonsenso. Dal letame del tradimento delle idee, dei principi e dei valori in cui crediamo è nato un fiore prezioso che ha fatto riavvicinare migliaia di liguri a una politica pulita, chiara, coerente. Il percorso del Buonsenso ai suoi primi passi ha dato, in soli 4 mesi di esistenza e con 20 giorni di campagna elettorale, un risultato unico. Senza fare coalizioni con nessuno è già al passo con partiti che vantano anni di presenza sul territorio e rilevanza nazionale. Le accozzaglie elettorali come sempre si sono raccolte solo per calcolo e anche se hanno preso poltrone già assistiamo alle prime liti, le accuse, i rimproveri. La Lega tuona contro Cambiamo, il PD disconosce il suo neo alleato 5Stelle, che barcolla sotto il peso del suo Tradimento degli elettori. ilBuonsenso ha una direzione unica, lineare. Non bisogna solo guardare se facendo qualcosa c’è un ritorno immediato, materiale, come una poltrona - la massima aspirazione per tanti... Bisogna saper puntare finalmente ad una politica sana, competente, che guarda all’obiettivo comune e non al proprio tornaconto. Una politica che con oggi traccia un solco profondo per raggiungere risultati duraturi sul lungo periodo. Da oggi inizia ilBuonsenso, con migliaia di liguri, tutti uniti, tutti insieme, per i prossimi grandi successi.
COMUNICATO STAMPA CS-ALICE SALVATORE (ILBUONSENSO) - Covid. Una gestione approssimativa crea danni 24 settembre - Siamo alle solite. Quando per la maggioranza in Regione serve “dimenticare” la prevenzione per la pandemia Covid tutto va bene, dopo iniziano le chiusure e le restrizioni. È quello che sta accadendo per il centro storico di Genova. Regione e Comune stanno pubblicando una ordinanza per l’obbligatorietà di mascherina sulle 24 ore. Sono settimane che si è resa chiara la situazione nei vicoli di Genova. Ma essendoci le elezioni tutto improvvisamente andava bene. Già la situazione di Spezia, con il permesso dato all’assembramento della festa per la squadra di calcio, era evidente che avrebbe portato problemi. Ma nulla è stato fatto se non dopo l’esplosione del cluster in città. Ora siamo alle solite, si corre ai ripari dopo che il danno è fatto. Ricordiamo inoltre che in tutto questo tempo, dalla fine del lockdown, non è stato fatto nulla per rafforzare la sanità e le sezioni speciali per il Covid. Non solo, ma come ripetiamo da mesi, c’è il piano pandemico regionale fermo dal 2009 a cui nessuno ha mai messo mano, anche dopo la grave crisi dei mesi scorsi. Stessa maggioranza di prima delle elezioni, stessa incompetenza. I danneggiati però sono i liguri, i cittadini che ora pagano per una gestione assurda da parte della maggioranza.
Ci vediamo in diretta FB alle 13:00 💪🏻
Ecco il video della diretta di oggi 🙂
COMUNICATO STAMPA COMUNICATO STAMPA - ALICE SALVATORE (ILBUONSENSO) - Liguria in pericolo per mancata manutenzione. Amministrazione assente

Genova 3 Ottobre 2020 - Ancora danni, sempre per mancata manutenzione. Simbolo di tutto la strada Portofino – Santa Margherita che pochi mesi venne inaugurata da Toti con una serie infinita di dirette Facebook e selfie. Prime onde, strada chiusa. Una seria amministrazione pubblica regionale in Liguria dedicherebbe tutte le sue energie alla messa in sicurezza idrogeologica.

Dovrebbero esserci costanti e regolari lavori di prevenzione, manutenzione, opere di rinaturalizzazione, con l’ingegneria naturalistica. Questo consentirebbe inoltre di creare nuova occupazione, tutto l’anno, per anni e anni. In un momento economico difficile come quello che stiamo vivendo sarebbe un volano per tutti i lavoratori coinvolti e l’indotto che ne deriverebbe. Lavori per tutelare e mettere in sicurezza i nostri versanti dell’entroterra, le nostre strade, le nostre città. I fondi ci sono, europei, nazionali, regionali.

Ma non vengono usati perché manca il cervello a chi governa in Regione. Manca il senso civico, la capacità di fare progetti di lungo periodo e amore per la Liguria che viene solo usata e mai difesa da chi sta governando. Ventimiglia, Imperia, Santa Margherita, Genova tutta e la Liguria stanno patendo la continua assenza di decisioni serie, progettuali e di lungo periodo da parte dell’amministrazione regionale.
Care cittadine e cari cittadini del Buonsenso,

Giovedì 8 ottobre h 20:3 si terrà l’Assemblea del Buonsenso 0.6 presso la Sala CAP in Via Albertazzi 3, Genova.

Ecco l’ordine dei lavori della prossima Assemblea del Buonsenso 0.6 di giovedì 8 ottobre h 20:30.

-Saluti e apertura dei lavori 10’;
-Apertura delle prossime candidature 20’;
-Discussione degli Atti proposti dagli iscritti 60’.

Durante l’Assemblea in presenza sarà possibile sottoscrivere nuove iscrizioni e perfezionare quelle in essere (tramite il versamento della quota).

All’Assemblea in presenza potranno partecipare anche persone ancora non iscritte.

Mentre per tutti gli iscritti, come sempre, sarà possibile partecipare all'Assemblea anche in remoto attraverso la piattaforma Zoom.

Buonsenso a tutte e tutti!
COMUNICATO STAMPA

Genova 12 Ottobre 2020 - ALICE SALVATORE (ILBUONSENSO) - Il Vaticano fermi l’insensato spreco di soldi pubblici al Galliera

Apprendiamo che il Vaticano si appresta a mettere mano alle donazioni dei fedeli per ripianare i debiti creati da un certo cardinale con investimenti fallimentari e quantomeno creativi. A questo si riduce la Chiesa. Ma c’è un altro cardinale che adotta comportamenti altrettanto creativi in Liguria. Il cardinale Bagnasco, che dopo aver constatato come Cassa e Depositi e Prestiti non acconsenta affatto al finanziamento multimilionario in cui sperava per la sua assurda avventura finanziaria di demolizione e rifacimento dell’ospedale Galliera con drastica riduzione dei posti letto e del personale -tanto anacronistica quanto sbagliata e pericolosa ai tempi del Covid. Ebbene, non pago che Corte dei Conti e CDP manifestano totale sfiducia per questa discutibile operazione immobiliare - che comprometterebbe oltretutto il fragile equilibrio idrogeologico della collina di Carignano su cui sorge l’ospedale - il cardinale cocciutamente insiste, e poche settimane prima di lasciare il suo incarico di presidente del Cda del Galliera sgancia una patata bollente al suo successore, Monsignor Tasca, ma anche a tutta la collettività: contrae un debito di oltre 75 milioni di Euro con la banca europea degli investimenti, che dovremo ripagare noi nei prossimi 25 anni. Sì, perché il denaro del Galliera è denaro PUBBLICO. Difatti proprio quest’anno il cardinale è stato invitato a dedurre alla Corte dei Conti (nel tribunale contabile l’equivalente di un rinvio a giudizio dei tribunali penali) per dare spiegazioni su come mai abbia pagato tre volte il prezzo di mercato, anzi il prezzo stabilito dal perito incaricato dallo stesso cardinale, un certo bar che si trova nei pressi dell’ospedale. Un’altra dubbia operazione, non solo per la cifra esosa con cui il cardinale ha impiegato i nostri soldi, ma anche perché non c’era ancora nessun permesso a procedere con quelle demolizioni che potrebbero forse giustificare - ma non del tutto - l’acquisto di quel bar con denaro pubblico. Ci auguriamo che la Santa Sede intervenga per tempo, e prevenga altri utilizzi “creativi” di denaro pubblico da parte dei suoi ministri, come il cardinale Becciu, come il cardinale Bagnasco, come il suo mentore, il cardinale Bertone, che i media ci hanno detto poi trastullarsi in un mega attico romano ristrutturato a sua insaputa con i soldi dell’Istituto Bambin Gesù.
Frasi che adesso è normale sentire per strada: “eh no, ma in quarantena ci si sono automessi, perché non gliela passa la mutua”...😒
Certo che le Regioni hanno fatto una gran riorganizzazione del sistema sanitario in questi mesi! 😃😡
Ne parliamo domani, sabato 7 novembre, in diretta Facebook alle 12:30, qui: https://m.facebook.com/Alice.Salvatore.ilBuonsenso/
COMUNICATO STAMPA Genova 12 Novembre 2020 -

Gaslini. Manifestazione sindacato Usb per la salute e i diritti

Sono diversi e articolati i motivi che spingono il sindacato Usb del Gaslini a scendere in piazza a manifestare. Lo fanno perché ormai non c’è altra soluzione e da parte dell’azienda non c’è stato il minimo ascolto. Sono motivazioni molto importanti, specifiche, che sono la sostanza del lavoro importante che medici, infermieri e Oss fanno quotidianamente per i piccoli ospiti del Gaslini. Assunzioni. Si sbandiera tanto la necessità di aumentare il numero di infermieri e Oss nella sanità, che pressata dalla pandemia Covid risente ancora di più delle già evidenti mancanze, ma non si fa nulla. Come sappiamo c’è una carenza di infermieri in Liguria. Non solo al Gaslini non si assume nuovo personale, ma ci si aspetta che gli infermieri arrivino da tutta Italia per contratti a termine di soli 6 mesi, quando va bene. Ovviamente quasi nessuno si muove da fuori Liguria, ad esempio da sud a nord per 6 mesi di contratto. E questo non fa altro che lasciare insoluto il problema della mancanza di personale. Non contenti, pur avendo diversi piccoli ospiti con il Covid, l’azienda non si preoccupa minimamente di aggiornare adeguatamente i regolamenti e, quindi, di come possano lavorare gli infermieri. Un esempio su tutti proprio nel lavoro di assistenza ai malati, che, ricordiamolo, sono bambini, in camere ad atmosfera controllata dove l’infermiere deve essere completamente “bardato” con tutti i dispositivi di sicurezza. Il punto è però che siccome viene assegnato un solo infermiere per quattro letti, se un unico addetto è coperto secondo il protocollo anti-Covid, gli altri non possono intervenire neanche volendo, a meno di non mettere in pericolo tutto il reparto. Sono storture dovute esclusivamente ad una gestione che tiene conto dei profitti e pochissimo della salute. Ma non finisce qui, ci sono anche tanti altri motivi, come la mancanza di Dpi, con oltre 107 dipendenti interni ed esterni positivi al Covid (!), e le giornate di riposo non sono trattate come da Legge 104, quindi i dipendenti non riescono ad assistere i propri parenti bisognosi né a curare sé stessi. Insieme all’USB chiediamo che i DVR (i Documenti di Valutazione dei Rischi), di ogni azienda che riceve finanziamenti pubblici siano resi pubblici, per poter monitorare con attenzione l’adeguamento e l’idoneità rispetto alla minaccia Covid pervasiva, e in generale il livello di sicurezza in cui opera il personale. Insomma, è ben chiara la situazione: qui si rischia di sfruttare senza alcun limite i lavoratori. Persone che comunque mettono l’anima in ciò che fanno, perché sanno l’importanza sociale del loro lavoro. Ma non ci si può approfittare così del buon cuore dei lavoratori per fare i propri comodi. Soprattuto perché questo crea potenziali rischi sanitari per tutti. Ci battiamo al fianco dei lavoratori da sempre e continuiamo a farlo oggi.
Alle 17:00 mi collegherò in diretta dalla mia pagina Facebook
COMUNICATO STAMPA Genova 18 Novembre 2020 - 9.000 Visiere medicali distribuite agli OSS Liguri dal Buonsenso

9.000 visiere medicali Dpi sono appena arrivate. Sono state acquistate dal Buonsenso presso la ditta Zaoli di Sanremo, grazie alle restituzioni sugli stipendi da consiglieri regionali. Ora che sono arrivate possiamo distribuirle agli Oss di tutta la Liguria. Questo è un modo per dare aiuto a tutti coloro che lavorano ogni giorno in corsia d'ospedale e nelle Rsa per tutelare la salute di tutti i cittadini. Atti concreti che ilBuonsenso mette in pratica. La politica dei fatti concreti. Alice Salvatore e Marco De Ferrari (ilBuonsenso)